06/08/2020 03:25
Home Magazine Violenza di ogni genere, “La mia San Marcellino” promuove convegno “Le mani...

SAN MARCELLINO.La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”. Così lo scrittore sovietico Isaac Asimov definiva coloro i quali si avvalgono della forza di sopraffazione derivante dalla molestia fisica per imporre i loro pensieri o, semplicemente, perché lo ritengono giusto.

E’ il cuore della società, oggi, a ripudiare queste forme di sopruso, parlandone in modo veemente ed invitando le vittime a denunciare. E’ su questi presupposti che l’associazione no profit “La mia San Marcellino” (attiva in tutto l’agroaversano), ha organizzato il convegno “Le mani a posto”, che si terrà sabato 17 dicembre, alle ore 16:30, all’interno della scuola media “Leonardo Da Vinci” di Via Starza. Saranno diversi i personaggi che porteranno la loro testimonianza, con l’intento di fornire un quadro generale del fenomeno del femminicidio, che continua a mietere vittime, passando attraverso una quotidianità caratterizzata da diverse forme di violenza.

A moderare l’evento sarà Adele Santoro. Porterà i suoi saluti il sindaco Anacleto Colombiano, cui seguiranno gli interventi dei relatori Gennaro Imperatore, noto criminologo e psicoterapeuta; Flora Beneduce, Consigliere Segretario Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale della Campania; Luca Rossetti, pubblico ministero; Don Luigi Merola, prete simbolo della lotta alla camorra; Fernando Antonio Rigliaco, Presidente dell’associazione Onlus “Donne Unite” di Casaluce operativa con lo sportello antiviolenza.

LA MIA SAN MARCELLINO – “L’associazione è nata con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per quelle famiglie che stanno attraversando un momento buio, perché insieme è tutto più facile – dice la presidente Adele Tonziello -.  Lo scopo è puramente benefico. La nostra realtà è composta da persone umili, che hanno a cuore il bene del nostro territorio.  Vogliamo impegnarci nel socio-volontariato e vogliamo farlo qui, dove siamo nati e cresciuti, dove sono nati i nostri figli. A loro vogliamo insegnare ad amare la nostra terra come l’abbiamo amato noi dalla nascita. Tutto questo è possibile con il vostro sostegno. Sii il cambiamento che avvenga nel mondo”. A comporre il gruppo Rino Pagano, Luigi Conte, Pasqualina Tonziello, Giuseppe Tonziello, Michela Conte, Angela Secondo ed Adele Santoro.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: