Home Dieci su Dieci DIECI SU DIECI incontra – Maurizio Moschetti – Presidente della VII^...

Napoli, 17 marzo 2017 – V detto che la 7^ Municipalità è uno dei 10 municipi in cui è suddivisa la città di Napoli, istituita assieme alle altre 9 con deliberazioni del consiglio comunale Napoli, si estende su di una area: 10,26 km² ed ha una popolazione: 91.460 (2007), tanti quanti ne ha Bergamo. Alle ultime elezioni amministrative del 5 giugno 2016 con la maggioranza assoluta (51%) che vide eleggere alla carica di Presidente – Maurizio Moschetti. Una lunga esperienza politica alle sue spalle; inizia il suo percorso da giovanissimo, eletto consigliere circoscrizionale nel 2006 con 829 preferenze risultando il più votato del centro destra. A maggio 2009 viene candidato alle elezioni amministrative della Provincia di Napoli nel Collegio 3 (Scampia – Secondigliano – San Pietro a Patierno) riuscendo a capovolgere con 7405 preferenze le sorti di Scampia, storica roccaforte del centro sinistra. Eletto consigliere provinciale ricopre il ruolo di Presidente della commissione lavoro e territorio. Resta al centrodestra la VII Municipalità, che ingloba i quartieri di Miano, Secondigliano e San Pietro a Patierno. Maurizio Moschetti è il nuovo presidente con il 50.91% dei consensi (16042 voti). Succede a Vincenzo Solombrino. Distanti Vincenzo Zorzetti del centrosinistra (30.23%) e Antonio Troiano della coalizione de Magistris (18.87%).  Le Municipalità sono soggetti titolari di ampie ed accentuate forme di decentramento di funzioni e di autonomia organizzativa e funzionale e realizzano un’effettiva e democratica partecipazione popolare alla gestione amministrativa della Città da parte della comunità locale. Un curriculum di tutto rispetto, questa mattina lo abbiamo raggiunto proprio nell’ufficio di Presidenza dove gli abbiamo chiesto di fare un primo bilancio dal suo insediamento, ma gli abbiamo anche girato le domande che i cittadini che abbiamo incontrato nel corso del nostro servizio gli avrebbero voluto fare.  La settima è una Municipalità complessa, una area di frontiera, dove mancano le risorse minime di gestione, dal controllo del territorio alla mantenimento del decoro urbano, i pochi vigili urbani di cui disponiamo, la domenica vengono spostati su Napoli centro, lasciando un’area così vasta senza alcun controllo. Le Municipalità, tutti sanno che sono organismi di governo del territorio, di esercizio delle competenze ad esse attribuite dallo Statuto, di consultazione e di partecipazione, costituiscono espressione dell’autonomia comunale nei limiti fissati dalla legge, dallo Statuto e dal presente Regolamento, ma che di fatto vivono di luce riflessa, non avendo risorse da spendere sul territorio, dipendono inevitabilmente da Palazzo San Giacomo, in effetti quello che doveva essere il tanto agognato decentramento è diventato un boomerang per le amministrazione territoriali, a pagarne lo scotto ancora una volta i cittadini che vivono le gravi condizioni cui versano: scuole e servizi, la stessa struttura che ospita la Municipalità versa in condizioni al limite della vivibilità, una situazione imbarazzante, ci sono uffici con gravi infiltrazioni d’acqua, nella stagione delle piogge siamo costretti a mettere secchi di plastica per evitare allagamenti. Sul tetto di copertura della struttura, da quello che un tempo era il mantino di asfalto, spuntano veri e propri alberelli. Un fiume in piena Moschetti..”ur comprendendo le grandi difficoltà economico- finanziarie dell’Amministrazione centrale, facciamo fatica a comprendere alcune cose; tra queste per esempio, il taglio delle risorse per la cura del verde, della potatura degli alberi. Fondi che fino alla scorsa legislatura arrivavano regolarmente”. Operiamo al limite delle possibilità, ma nonostante tutto andiamo avanti ed lo facciamo ogni giorno con lo stesso impegno, ai cittadini vengono regolarmente somministrati tutti i servizi, ma l’obiettivo è di migliorarci e di migliorare l’offerta. 

Sergio Angrisano

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: