Home Cultura Cinema e Tv VIDEO SERVIZIO/“LA CASALESE“ IL FILM Amore, passione, coraggio, ma soprattutto un omaggio...

Mondragone (Ce) 27, marzo 2017

Si è tenuta questo pomeriggio alle 16.00, presso la sala convegni dello storico ” Lido Patrizia.” Conferenza Stampa di presentazione del Film di Antonella D’Agostino. Scrittrice, sceneggiatrice alle spalle una importante storia nel mondo del cinema, molti i successi, uno su tutti il Film sulla storia di Renato “Vallanzasca”. Il film, “La Casalese” riparte la lavorazione, è ambientato nella provincia di Caserta, il titolo evocativo, tradisce le aspettative di chi pensa ad una storia di criminalità comune, di camorra, che racconti fatti di sangue. Antonella D’Agostino ha invece voluto raccontare una storia di donne, di donne controverse, a tratti combattute, ma di sicuro di donne coraggiose. Lo scopo principale del film è di portare all’attenzione degli spettatori ma non solo, l’immenso patrimonio paesaggistico, ma anche storico culturale di cui questo territorio è pieno: la città sommersa di “Sinuessa” i reperti che testimoniano l’impronta lasciata dal passaggio dei romani in epoca di quella che fu conosciuta come ; Campania Felix .  Tratto da una storia vera, un lungo lavoro di studi e di ricerche su quella che fu una tra le importanti operazioni di polizia mai realizzata, Il processo Spartacus fu un processo penale durato dal 1998 al 2010, anno in cui fu emessa la sentenza di terzo grado di giudizio, condotto principalmente a carico di membri del clan camorristico del clan dei Casalesi, che vide oltre 115 persone processate. Questa tesi è stata più volte ribadita dalla sceneggiatrice Antonella D’Agostino, presente ogni giorno sul set insieme alla troupe, che ha accompagnando in questa esperienza. “ E’ un progetto per il quale ho dato l’anima, un lavoro che mi ha visto impegnata interamente, un omaggio alla mia terra, vivo a Milano, ma ci tengo a precisare che questa è la terra che mi ha dato i natali. Ho voluto un cast composto da giovani, persone alla loro prima esperienza cinematografica, tutti talentuosi, devo dire che la risposta è stata straordinariamente convincente, il risultato lo vedrete nella qualità del prodotto, ma soprattutto l’impegno che queste persone hanno messo nella lavorazione è stato a tratti toccante. Ci sono tuttavia nomi importanti come: Noemi Cognigni, protagonista femminile (moglie del boss), Domenico Balsamo, attore protagonista maschile “il boss” Rosa Miranda straordinaria attrice teatrale, nel film veste i panni di “Donna Sisina” , ma anche Arturo Sepe, nella parte dell’ispettore di polizia che conduce le nidagini. Ottima anche la lavorazione, ci sono scene da far invidia alle migliori produzione Hollywoodiane. Oltre alla densità della storia, quello che rimane nella mente degli spettatori sono sicuramente gli scenari, i colori. L’opera racconta la storia della ex moglie di un boss pentito del clan dei Casalesi, che si ribella sia al marito che al sistema camorristico, ma anche allo stato, dal quale rifiuta la protezione prevista per i parenti dei pentiti di camorra, sia per lei che per il figlio. Da li un intreccio di storie appassionanti, dove a prevalere è il coraggio e la determinazione. Per la Produzione sono interessati nomi di spicco del mondo della cinematografia.

Sergio Angrisano

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: