Home Attualità Premio Ammaturo: a Napoli Gabrielli premia i poliziotti

È l’VIII edizione del Premio Ammaturo, una cerimonia organizzata a Napoli per commemorare il vice questore aggiunto della Polizia di Stato Antonio Ammaturo, ucciso dalle Brigate Rosse il 15 luglio di 35 anni fa.

Durante la cerimonia, alla quale ha partecipato il capo della Polizia Franco Gabrielli, sono state premiate 4 squadre di polizia giudiziaria della questura di Napoli che si sono contraddistinte nella lotta alla criminalità in ogni sua forma, dalle mafie al terrorismo, alla microcriminalità “Poliziotti che portano avanti il loro lavoro quotidianamente in zone difficili con abnegazione e determinazione in nome del sacrificio compiuto da Antonio Ammaturo e dal suo autista Pasquale Paola” così il prefetto Gabrielli.

Dopo aver deposto una corona presso il sacrario della questura il Prefetto, il Sindaco, il Questore e tutte le autorità locali si sono spostate nel chiostro della Basilica di Santa Maria della Sanità dove è avvenuta la premiazione dei poliziotti che si sono particolarmente contraddistinti per acume investigativo, tenacia e determinazione operativa. In particolare è stato riconosciuto il merito della squadra composta da poliziotti della Squadra mobile e del commissariato San Carlo Arena, di quella del commissariato di Scampia, della Divisione anticrimine e della sezione omicidi.

 

La cerimonia, moderata dallo scrittore Maurizio De Giovanni, è stata introdotta da una rappresentazione teatrale, tratta dal romanzo di Roberto Saviano “La Paranza dei bambini“ a cura della compagnia di giovani attori “Nuovo Teatro Sanità”, diretta da Mario Gelardi.

L’evento si è concluso con un momento musicale realizzato dall’orchestra denominata “Sanitansamble” e formata da giovani del rione Sanità che da anni promuove la pratica collettiva musicale come mezzo di organizzazione e sviluppo della comunità in aree e contesti sociali difficili.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: