Home Cultura E’ nata la Fondazione ITS (Istruzione Tecnica Superiore) Moda Campania. L’importanza della...

Tutto parte da un Decreto Dirigenziale per l’ISTRUZIONE, LA FORMAZIONE, IL LAVORO E LE POLITICHE GIOVANILI della Regione Campania, attivato sulla base di disposizioni nazionali.

Un avviso pubblico    annunciava la costituzione di nuove Fondazioni di Istruzione Tecnica Superiore (ITS) e l’attivazione di nuovi percorsi per le annualità 2017/2018 e 2018/2019. Due le aree per i nuovi ITS: Efficienza energetica e Nuove tecnologie per il Made in Italy. Alla data di scadenza prevista dall’Avviso (15-09-2017) risultano pervenute alla Regione Campania n.16 istanze di finanziamento.

L’Istituto Statale di Istruzione Superiore “Isabella d’Este Caracciolo” è presente con il Progetto “ITS Moda Campania, Istituto Tecnico Superiore per le nuove tecnologie per il Made in Italy – Sistema Moda” che risulta idoneo. Il passo successivo è che Giovanna Scala dirigente scolastico dell’ISIS “Isabella d’Este Caracciolo” dovrà diventare il soggetto proponente per la Costituzione di nuove Fondazioni di Istruzione Tecnica Superiore. Presso la Camera di Commercio di Napoli viene battezzata la Fondazione, allargata a più componenti: tre dipartimenti universitari, otto aziende del comparto moda, quattro comuni (Napoli, Caserta, Nola, Solofra), tre enti promotori ed altri otto soggetti, tutti i componenti sono soci fondatori. Presidente della Fondazione viene nominato Carlo Palmieri, amministratore delegato della Pianoforte Holding (con i marchi Carpisa, Yamamay e Jaked).

La Dottoressa Giovanna Scala, risulta: Membro di diritto per la Giunta esecutiva ed è presente nel Consiglio di Indirizzo e nel Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione. La sede è la Fondazione Mondragone di Napoli. Al corso biennale di Diploma di II livello che si terrà a via Giacomo Savarese 60, presso l’ISIS “Isabella d’Este Caracciolo”, potranno accedere, previa selezione, 20 studenti provenienti da tutto il territorio nazionale. Due le figure professionali che verranno formate: 1- Tecnico superiore esperto di processi manifatturieri avanzati e fabbricazione digitale. 2- Tecnico superiore esperto in scienza e cultura tecnologica delle pelli e dei nuovi materiali. Concluso il biennio lo studente potrà inserirsi nel mondo del lavoro o frequentare l’Università con i crediti acquisiti. I percorsi formativi del 2018 sono pronti e a beve verranno pubblicati. Questa la cronaca di un nuovo passo avanti per il comparto moda napoletano, ma dietro tutto questo c’è lei, Giovanna Scala, con il suo staff: le persone che a vario titolo partecipano al successo dell’Isabella d’Este Caracciolo. Con la dottoressa Scala la scuola non è più chiusa nelle aule, ma è presente sul territorio napoletano e non solo. Attenta alla qualità non teme il confronto, anzi le piace misurarsi con tutto ciò che è eccellenza.

Lo stesso progetto che ha presentato per la nascita della Fondazione lo porta a Verona, alla 27° Edizione di Job&Orienta, Salone nazionale dedicato all’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro. L’approfondimento di quest’anno è “Orientarsi all’innovazione per costruire futuro”. Vengono messe in campo riflessioni per avvicinare sempre di più scuola e lavoro allineando la formazione con i profondi cambiamenti e le esigenze del mondo economico-produttivo e della società. E a Verona l’ISIS “Isabella d’Este Caracciolo” è stato l’unico Istituto scelto per le migliori pratiche e progettualità. L’instancabile dirigente che ha a cuore principalmente i suoi studenti e il loro destino professionale sposta sempre più in alto l’asticella verso la qualità del suo lavoro convinta che paga.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: