Home Comuni San Giorgio a Cremano Insediato il nuovo Consiglio comunale dei Bambini, proposte ed entusiasmo a San...

Giovani ma soprattutto entusiasti. Hanno preso seriamente il ruolo per il quale sono stati sorteggiati e già sono pronti a proporre agli amministratori di San Giorgio a Cremano idee e soluzioni per i piccoli e grandi problemi del quotidiano. Parte così l’insediamento del consiglio comunale dei bambini. C’è folla nell’aula consiliare della città vesuviana, le nuove leve raccolgono il testimone dagli uscenti sotto lo sguardo amorevole degli insegnanti, dei dirigenti scolastici e di alcuni genitori coinvolti nell’evento dalla grande importanza trasmessa dai diretti interessati.

Curiosità ma anche emozione. I bambini della scuole cittadine sono stati accolti dal sindaco Giorgio Zinno: “Nella passata esperienza ho avuto modo di apprezzare la schiettezza dei bambini e delle bambine. Il loro modo diretto di porre le questioni e portarle all’attenzione senza filtri e senza calcoli. Abbiamo fatto il possibile per realizzare le richieste avanzate facendo, in ogni caso, tesoro dei suggerimenti”.

Presente il presidente del consiglio comunale Giuseppe Giordano e alcuni assessori. Importante la testimonianza della presidente regionale Unicef Margherita Dini Ciacci. Particolarmente emozionato Francesco Langella, lui è la vera forza motrice di questo progetto, oltre ad essere da oltre venti anni il responsabile della città dei bambini e delle bambine.

Ecco il nuovo consiglio: Lory Amalfi, Gennaro Annoni, Pasquale Belfiore, Giovanni Borriello, Giulio Cozzolino, Miriam De Martino, Roberto Di Prisco, Siria Esposito, Leonardo Vincenzo Esse, Salvatore Gatto, Michela Anna Guida, Cristina Migliaccio, Claudia Perna, Marzia Polino, Renata Rametta, Lorenzo Renna, Roberta Romano, Salvatore Romano, Salvatore Somma, Alice Tammaro.

Il consiglio di riunisce nella mansarda di Villa Falanga, sede del laboratorio regionale “Città dei Bambini e delle bambine” ogni quindici giorni, di solito il sabato mattina quando sono ferme le attività scolastiche. Si discutono temi di attualità e di solito non si vota: si formulano però tante proposte. L’unico adulto ammesso a partecipare è il sindaco.

Foto evento

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: