Home Gusto e Sapori Agroalimentare Foggia: al via la 69esima Fiera Internazionale dell’agricoltura e della zootecnia.

di Antonietta Montagano

Inaugurata ieri la 69esima Fiera Internazionale dell’agricoltura e della zootecnia, al taglio del nastro erano presenti gli assessori regionali, Leo Di Gioia (Agricoltura) e Raffaele Piemontese (Bilancio).

La Regione Puglia conferma così la sua vicinanza alla Fiera di Foggia, arricchita da una presenza autorevole e qualificata dei saloni in programma alla rassegna agrozootecnica di primavera in programma al quartiere fieristico fino a martedì 1 maggio.

Il filo conduttore sarà rappresentato come sempre dai temi più attuali del dibattito sull’agricoltura: filiere agroalimentari, uso sostenibile delle risorse idriche e del suolo, tracciabilità e riconoscibilità delle produzioni, nuove esigenze dei consumatori, credito e mercato del lavoro, con uno sguardo attento ai territori ed alle politiche agricole comunitarie, nazionali e regionali in atto.

Il Nuovo Padiglione della Fiera nei pressi del Palazzo dei Congressi ospiterà infatti l’Area Convegni per incontri e seminari, con l’info point dell’Assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia allestito per fornire ad operatori e visitatori informazioni sui diversi bandi del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020. Azioni e misure dedicate alle sei priorità strategiche, economiche, ambientali e sociali del Psr: il trasferimento di conoscenze e innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali; la competitività del settore agricolo e la gestione sostenibile delle foreste; l’organizzazione della filiera agroalimentare, compresi la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, il benessere degli animali e la gestione dei rischi nel settore agricolo; il ripristino e la valorizzazione degli ecosistemi connessi all’agricoltura e alle foreste; l’efficienza nell’uso delle risorse ed il clima; l’inclusione sociale e lo sviluppo locale nelle zone rurali.

La manifestazione di punta per l’agricoltura del Mezzogiorno riaccende dunque per quattro giorni i riflettori su cerealicoltura, colture orticole ed industriali, olivicoltura, vitivinicoltura, agroenergie e zootecnia, con padiglioni e settori espositivi dedicati anche a irrigazione, meccanica agraria, macchine per l’industria – enologica, olearia e casearia -, manufatti e  mezzi tecnici per l’agricoltura, sementi ed ortoflorovivaismo, allevamenti, prodotti tipici. Completano il ventaglio di iniziative dimostrazioni in campo, convegni, seminari informativi, incontri monotematici, ma anche visite guidate e prove dimostrative in apposite aree attrezzate del quartiere fieristico.

La fiera agricola di Foggia conferma il suo ruolo storico e la sua funzione peculiare di favorire innanzitutto i momenti di confronto ed approfondimento tra agricoltori, istituti di ricerca e sperimentazione, enti agricoli, organizzazioni di categoria.

Da segnalare, le partecipazioni istituzionali di Università di Foggia, Parco del Gargano, Consorzio per la Bonifica della Capitanata, Consorzio di Bonifica Montana del Gargano, Agenzia Regionale per le Attività Irrigue e Forestali (Arif). ITS-Apulia Digital Maker, con la rinnovata presenza di “Vazapp”, il primo hub rurale in Puglia, luogo di condivisione, formazione e creazione di relazioni del mondo agricolo; una comunità di giovani agricoltori, professionisti, ricercatori, comunicatori e creativi, che intende rilanciare il settore agricolo attraverso un percorso di innovazione sociale, favorendo le relazioni in agricoltura per lo sviluppo di idee e di attività imprenditoriali, finalizzate a creare opportunità e dar vita ad una “Filiera colta”

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: