Home Cronaca Controlli straordinari nella stazione di Napoli centrale : Un arresto. Cinque denunicati

Nell’ambito dell’intensificazione dei controlli finalizzati all’individuazione di soggetti che pongono in essere attività delittuose, nella Stazione di Napoli Centrale, nella giornata odierna  sono stati potenziati i controlli: nella filosofia  di una stazione aperta e libera, ma più sicura, sono stati creati cinque varchi di accesso utilizzando nastri tendiflex e desk firmati “Polizia Ferroviaria” attraverso i quali far passare tutti gli utenti, così consentendo ai poliziotti, muniti anche di metal detector,  di controllare de visu le persone in ingresso in stazione ed individuare con maggiore facilità eventuali sospetti.

I dispositivi di servizio approntati hanno permesso di conseguire i seguenti risultati:

  • nr. 213 persone identificate
  • nr. 108 bagagli a seguito di viaggiatori controllati
  • nr. 1 persona arrestata
  • nr. 5 persone denunciate all’A.G.
  • nr. 1 ordine di allontanamento dalla Stazione di Napoli Centrale a carico di un napoletano dedito ad attività abusive
  • nr. 2 sequestri penali di due cellulari contraffatti e 2 sequestri amministrativi di  merce venduta abusivamente

 

In particolare nel corso di servizi di vigilanza mirati alla prevenzione e repressione di furti e borseggi, Essam Omar, algerino di anni 38, veniva tratto in arresto per il reato di furto aggravato.

Essam si aggirava all’interno della stazione scrutando insistentemente i bagagli e le borse dei viaggiatori in transito e attirava pertanto l’attenzione del personale Polfer in abiti civili. Monitorato a debita distanza, con mossa fulminea estraeva un paio di occhiali dallo zaino di un viaggiatore e si dava alla fuga.

Inseguito, veniva bloccato con ancora tra le mani il maltolto, riconsegnato poi al proprietario che non si era accorto di nulla!

Arrestato per furto aggravato, l’algerino veniva condotto presso le camere d’attesa della locale Questura , in attesa del rito direttissimo.

Nella stessa giornata veniva denunciato all’Autorità giudiziaria P.C., napoletano di anni 36, per il reato di truffa.

P.C. aveva avvicinato tre cittadini del Sudan proponendosi di aiutarli ad effettuare l’acquisto presso le biglietterie automatiche dei biglietti del treno per Milano. In realtà il napoletano aveva acquistato le sole prenotazioni del treno del costo di 20,00  euro a fronte dei 60,00 del costo reale dell’intero biglietto. Nuovamente interveniva la pattuglia Polfer che fermava P.C. e lo denunciava  per il reato di truffa.

I tre stranieri, privi di documenti,  venivano foto segnalati  e denunciati all’A.G.  per il reato di immigrazione clandestina.

Inoltre nella stessa giornata veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria C.G., napoletano di anni 22: adocchiato dai poliziotti per il suo atteggiamento sospetto nei pressi dei treni in partenza, veniva sottoposto a controllo e trovato in possesso di due cellulari contraffatti: sottoposti a sequestro penale, C.G veniva denunciato per il reato di ricettazione e introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: