26/09/2020 08:49
Home Comuni Napoli-Momenti di tensione durante l’abbattimento di alcuni alberi dell’ex giardino Romeo a...

Verdi fermano l’abbattimento di arbusti. Poi i chiarimenti e le rassicurazioni. “Legge sbagliata, per ripristinare i luoghi sono stati buttati giù 7 alberi e altri probabilmente moriranno”. —

Ci sono stati momenti di tensione stamattina quando durante l’abbattimento di alcuni alberi dell’ex giardino Romeo realizzato abusivamente nei decenni scorsi e attualmente oggetto di un intervento dell’autorità giudiziaria, della Capitaneria di Porto e dell’Autorità Portuale per il ripristino dei luoghi con lo spostamento degli arbusti e delle piante in altri siti.

Alcuni esponenti dei Verdi presenti sul posto hanno impedito l’abbattimento di alcuni alberi finchè non c’è stata la rassicurazione della perizia tecnica di un agronomo.

“La legge in ogni caso va modificata. Infatti – spiegano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e quello della I Municipalità del Sole che Ride Gianni Caselli – fosse stato per noi il giardino doveva restare al suo posto e non spostato all’Orto Botanico e all’Autorità Portuale ma la legge non permette alternative quando viene occupato illegalmente il demanio marittimo. In ogni caso ci siamo sincerati che solo 7 alberi in condizioni precarie verranno buttati giù mentre il resto del patrimonio arboreo come è già successo nei mesi scorsi sarà trasferito altrove. Romeo ha realizzato degli abusi inaccettabili su questa zona per decenni e noi abbiamo fatto battaglie frontali per ridare ai cittadini napoletani questo pezzo di costa e spiaggia. Noi volevamo ridare il giardino ai napoletani ma avremmo preferito che rimanesse in loco. Purtroppo una legge sbagliata e che va corretta non permette di conservare questa zona verde e quindi alcuni arbusti sono stati buttati giù e altri probabilmente a causa del trasporto moriranno successivamente. Questo polmone verde poteva essere usato dai bambini del Pausilipon e invece la legge non lo consente. Tutte le spese sostenuto dalla autorità per svolgere queste operazioni dovranno essere caricate in danno all’autore dell’abuso”.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: