Home Sinapsi Sport News Napoli calcio News Milik entra e decide: 2-1 all’Atalanta, il Napoli mette il fiato sul...

Atalanta-Napoli 1-2 –

Bergamo, 03 dicembre 2018

Di: Sergio Angrisano

A BERGMO Il Napoli è chiamato a una vittoria per non permettere alla Juventus di ampliare il divario. Il divario , prima della gara era di 11 punti. Gasperini vara un’Atalanta d’attacco per rimanere agganciato al treno europeo. Con i tre punti i bergamaschi salirebbero a 21 punti agganciando il Torino al sesto posto. Ancelotti schiera la formazione tipo, ma il gioco è insolito, in campo si vede subito un Napoli all’italiana. La gara inizia nel migliore dei modi per gli uomini di Ancelotti bastano due minuti al Napoli per passare subito in vantaggio! con Fabian Ruiz! Lancio di destro di Lorenzo Insigne che libera il sinistro dello spagnolo che deposita in rete. Va quindi al Va alla squadra di Ancelotti il monday night della 14^ giornata di Serie A: decisivo il gol nel finale di Milk in campo da 5 minuti. In precedenza il vantaggio di Ruiz era stato vanificato dall’ex Zapata. Tre punti che permettono al Napoli di salire a quota 32 punti, 8 in meno della capolista Juventus .

Gli azzurri sfangano in una delle partite più sentite del campionato, visti i precedenti, e vista la capacità dell’Atalanta di attaccare a tutto campo creando non pochi problemi alla difesa azzurra, Ottima la spinta sulla sinistra nel primo tempo, un po’ meno nel secondo quando Hateboer si fa valere in proiezione offensiva. In ombra Callejon che nella fase  finale del primo tempo sembra stia ritrovando lo smalto dei tempi migliori, poi, scompare. Anche Allan non da il meglio di se tra i più imprecisi nei primi 45′, stupisce l’approssimazione negli interventi e nei disimpegni per uno che di solito invece è praticamente ineccepibile.

Lorenzo Insigne dispensa gran calcio nel primo tempo, con l’assist geniale per Fabiàn, un fendente che taglia a metà la difesa atalantina, poi si mette in proprio e va vicino al gol in un paio di occasioni. Assente ingiustificato, Dries Mertens ,sempre un po’ lontano dal gioco, finisce imbrigliato tra le maglie strettissime della difesa atalantina.     Ne viene fuori una gara intensissima, che tiene tutti col fiato sospeso fino alla fine. La differenza la fanno gli uomini di corsa come Allan, come Callejon, come i terzini azzurri mai così impegnati. Straordinario Milik gli bastano tre minuti per risolverla, con un movimento da centravanti purissimo. La sua rete    ha una doppia valenza, lo riporta al gol appuntamento al quale mancava da un po, ma soprattutto impedisce alla juve di apporre il sigillo che avrebbe decretato la fine del campionato con molte giornate di anticipo. Dopo 95 minuti di gioco intensissimo il Napoli porta via da Bergamo 3 punti importantissimi missione compiuta divario accorciato, la prossima è con il Frosinone , ma la testa è già a Liverpool

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Mancini (89′ Tumminello), Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Rigoni (71′ Valzania), Zapata. All. Gasperini

Napoli (4-4-2): Ospina; Maksimovic (77′ Hysaj), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Ruiz (77′ Zielinski); Mertens (81′ Milik), Insigne. All. Ancelotti

ARBITRO: Giacomelli di Trieste voto 5

Ammoniti: Allan (N), Masiello (A), Mario Rui (N)

Pagelle: Ospina 6 – Maksimovic 6 – (dal 76′ Hysaj sv ) – Albiol 6 – Koulibaly 6  – Mario Rui 7  – Callejon 5,5 – Allan 5,5 – Fabian 6,5 – Insigne 6,5 –  Mertens 5 – (Dall’82’ Milik 7,5 ) – All. Ancelotti 6,5

Marcatori: 2′ pt Fabian Ruiz (N). 11′ st Zapata (A), 40′ st Milik (N)

Ammoniti: Masiello (A); Ruiz, Mario Rui (N). Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: