Home Sinapsi Sport News Napoli calcio News Al Sardegna Arena passa il Napoli rete al 90’ di Arkadius Milik...

Serie A TIM 16 ^ di Campionato

In zona Cesarini, Milik tira la punizione perfetta, la palla prende una traiettoria che annulla tutte le regole della fisica

A Cagliari il Napoli doveva vincere, e lo ha fatto, Ancelotti schiera per la gara contro i rossoblu, una formazione inedita, rispetta le prevedibili scelte cui ci sta abituando Mr. Ancelotti. Un vero e proprio super turnover quello praticato da Ancelotti.

L’allenatore del Napoli stravolge la squadra. Tantissimi i cambi rispetto alle ultime partite. Davanti a Ospina in porta le prime novità. A destra c’è Malcuit (e non Hysaj). In difesa punto fermo Koulibaly, con lui c’è Maksimovic. A sinistra Ghoulam, che torna a giocare con continuità. A centrocampo spazio sugli esterni a Ounas, a destra; Zielinski a sinistra e Allan e Diawara (non Hamsik) al centro. In avanti Fabian Ruiz a supporto di Milik. Per la prima volta vanno in panchina contemporaneamente Mertens e Insigne. A sorpresa schiera in campo una formazione coraggiosa sorprendendo tutti, lo stesso Maran sembra essere spiazzato. Escludere contemporaneamente quasi tutti i senatori della squadra (Albiol, Callejon, Hamsik, Mertens e Insigne) è stato la conferma della maturità e della  crescita di tutti i disponibili; (Zielinski, Fabiàn e Diawara in particolare). Le scelte nel primo tempo non hanno ripagato il coraggio di Ancelotti. Poche occasioni nel primo tempo, la difficoltà a segnare nella ripresa. Decide Milik, quando in pochi ci credevano, con una perla su punizione al 91′. Il polacco tiene aperto il campionato ed evita il titolo di campione d’inverno alla Juventus… in autunno. Per la squadra di Ancelotti è la settima vittoria nelle ultime nove partite. La Juve è a +8 A lui, nel finale di Anfield, era capitata l’occasione che avrebbe potuto regalare al Napoli la qualificazione agli ottavi di Champions League. Sappiamo tutti come è andata. Pochi giorni dopo è stato lui con un grandissimo gol su punizione al 91′ a regalare tre punti d’oro agli azzurri in una trasferta davvero difficile come appunto è quella di Cagliari. Arkadiusz Milik in pochi giorni ha fatto girare la ruota del destino. Grazie alla sua perla, il Napoli si riporta a -8 dalla Juventus e non permette ai bianconeri di vincere il titolo di “campione d’inverno” anche se,  l’inverno, formalmente, non è ancora iniziato. Non sappiamo cosa il Mister abbia detto ai suoi ragazzi nell’intervallo tra primo e secondo tempo, ma qualsiasi cosa abbia detto, di sicuro ha avuto i suoi effetti visto che la squadra è rientrata in campo con un’altra determinazione ma, ancora senza i cambi a quel punto  necessari per dare una svolta alla gara. Quando la gara sembra oramai avviarsi alla fine, facendo registrare un inutile pareggio, è la fortuna insieme aduna prodezza balistica di Milik al 91’ che a cambiare il destino della partita, un tiro che sfida e annulla tutte le regole della fisica, una parabola perfetta, imparabile per l’incolpevole Cragno, va ad infilarsi nella porta avversaria, ammutolisce il Sardegna Arena, la fortuna  ha dato una mano importante al Napoli, che avrebbe comunque meritato la vittoria. Molti gli errori arbitrali, discutibile la conduzione del sig. Doveri, eccessivamente permissivo con i padroni di casa, non vede un rigore su di un evidente fallo da tergo a i danni di Fabiàn lanciato in area. Inspiegabilmente non interviene per evitare le numerose interruzioni per perdere tempo dei rossoblù. Una gara difficle quella di Cagliari, ma il Napoli passa l’esame.

 

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Pisacane (86′ Cigarini), Romagna (80′ Andreolli), Klavan, Padoin; Faragò, Bradaric, Ionita; Barella; Joao Pedro, Farias (69′ Sau). All. Maran

Napoli (4-4-1-1): Ospina; Malcuit (81′ Callejon), Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Ounas (71′ Insigne), Allan, Diawara (61′ Mertens), Zielinski; Fabian Ruiz; Milik. All. Ancelotti

ARBITRO DOVERI (di Roma): voto 4 –

 Eccessivamente permissivo con i padroni di casa, non vede un rigore su di un evidente fallo da tergo a   Fabiàn. Inspiegabilmente non interviene per evitare le perdite di tempo dei rossoblù

Ammoniti: Padoin (C), Maksimovic (N), Insigne (N), Sau (C)

 

Le Pagelle

OSPINA: 7 – MALCUIT: 6,5 – MAKSIMOVIC: 6 –KOULIBALY: 7 – GHOULAM: 6,5 – OUNAS: 6 – ALLAN: 6 –DIAWARA: 4,5 – FABIAN: 6,5 – ZIELINSKI: 5 –MILIK: 7 – MERTENS: 6 – (dal 62′ al posto di Diawara) –INSIGNE: 6 – (dal 71′ al posto di Ounas) – CALLEJON: 6 – (dall’80’ al posto di Malcuit) – All. Ancelotti 6

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: