Home Cultura Cinema e Tv CineBus, in migliaia al festival cinematografico on the road a Napoli e...

Avvicinare migliaia di persone al cinema. Questo l’obiettivo centrato dal CineBus, il primo festival cinematografico on the road che quest’anno ha portato in piazza dei Martiri a Napoli e piazza del Popolo a Roma proiezioni, dibattiti, incontri, casting e masterclass tutto a bordo di un truck. Tanti gli ospiti che hanno arricchito le giornate dall’attore Mariano Rigillo al cast dell’“Amica Geniale” capeggiato da Giovanni Amura alias Stefano Carracci, a Fabrizio Nevola fresco protagonista dell’“Isola di Pietro” su Canale 5, passando per Marika Costabile dei “Bastardi di Pizzofalcone” a Gina Amarante di “Gomorra – La Serie”, e ancora l’actor coach di “Un posto al Sole” Luciano Nozzolillo, il casting director Emanuele Donadio, il formatore Giuseppe Mastrocinque di PM5 e una delegazione della Film Commission Regione Campania che ha svelato i retroscena delle serie di successo girate in regione.

«Sono felice ed orgoglioso – così il regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo, ideatore di CineBus – di aver raggiunto l’obiettivo di aver avvicinato migliaia di cittadini e turisti al cinema attraverso le sue tutte specialità, dalla recitazione al doppiaggio, dal costume alla produzione, dal cortometraggio all’innovazione del cinema verticale e della realtà virtuale. Si conferma così dopo il secondo anno consecutivo un format innovativo di successo che riesce anche a dare visibilità ai giovani talenti del nostro Paese».

 

Giurie composte da studenti ed esperti di cinema hanno attribuito i premi tra le opere provenienti da tutto il mondo vincitrici dell’ultima edizione del Social World Film Festival: il Premio Cinebus 2018  è andato ex aequo ai cortometraggi  “Un giorno alla volta” di Carmelo Segreto e “Cristallo” di Manuela Tempesta, al lungometraggio “Tulips” di Mike Van Diem e ex aequo ai documentari “Volar” di Bertha Gaztelumenti e “Terra bruciata” di Luca Gianfrancesco; il concorso Screenplay è stato vinto da “Hello Dalai” di John Chao; nella categoria Smile si impone “Inclusion makes the world more vibrant” di Genevieve Clay-Smith.

Spazio anche allo Young Film Market e agli Stati Generali del Cinema Giovane e Indipendente. Durante l’evento sono stati presentati il romanzo “Le verità” di Giuseppe Alessio Nuzzo e l’Annuario del Cinema Breve a cura del giornalista Alessandro Savoia, entrambi editi da Cinema Edizioni, ed effettuate le riprese dello spot per il contrasto al fenomeno del cyberbullismo in collaborazione con il Consiglio Regionale della Campania – Forum Regionale della Gioventù della Campania.

L’evento è organizzato dall’Ente Social World Film Festival sostenuto dalla Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni e le Attività Culturali, con l’adesione della Film Commission Regione Campania, il patrocinio del Comune di Roma e Comune di Napoli e la collaborazione di Italian Film Factory, Paradise Pictures, Università del Cinema – sede di Acerra, PM5 Talent, PubliPeas, Imprenditori di Sogni, Gaetano Paolella Pizzeria, HM make up Italy, Factory costume e The ctrl room. Le attività istituzionali hanno ricevuto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo, il riconoscimento del Presidente della Repubblica, del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati; il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso, Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani – Premi Nastri d’Argento, Città di Vico Equense, Università degli Studi di Salerno e le Università di Napoli Suor Orsola Benincasa e L’Orientale e la collaborazione di Rai Cinema Channel.  L’Ente è, tra l’altro, fondatore e membro attivo del Coordinamento Festival Cinematografici della Regione Campania e partecipa ai lavori dell’AFIC – Associazione Festival Italiani di Cinema e del Clarcc – Coordinamento Lavoratori Regione Campania Cinema e Audiovisivi.  In nove anni di storia, il Social World Film Festival, che annovera come presidente onorario l’attrice Claudia Cardinale, ha organizzato più di 500 giornate di attività cinematografica in Campania e nell’intera nazione, 40 eventi internazionali che hanno toccato 28 città dei cinque continenti da New York a Sydney passando per Tokyo, Los Angeles, Rio de Janeiro, Tunisi e Londra, coinvolgendo migliaia di spettatori e centinaia di protagonisti della cinematografia mondiale.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: