Home Sanità Tra i trend 2019 nel mondo della chirurgia plastica c’è il rimodellamento...

Ma funziona davvero e quali sono i rischi?

I gossip ci raccontano di personaggi del mondo dello spettacolo che, desiderosi di modificare una parte del loro corpo, ottengono risultati scadenti, se non addirittura pessimi. Interventi fatti da chirurghi poco competenti o con materiali e tecniche non sicure possono mettere a rischio la salute e non solo la bellezza del paziente. E’ ciò è valido per la mastoplastica, per la liposuzione fino ad una delle procedure che sembra essere uno dei più seguiti trend di questo 2019. Parliamo della gluteoplastica con protesi, l’intervento di chirurgia estetica che serve ad aumentare il volume dei glutei, ridefinendoli e rimodellandoli, garantendo massima pienezza grazie all’inserimento delle protesi in silicone.

Come funziona

La gluteoplastica con protesi è una procedura fino a qualche anno fa diffusa soprattutto in Brasile, ma da qualche tempo viene richiesta sempre più spesso anche in Italia da chi desidera restituire tono e volume a un lato B appiattito e poco seducente. Le moderne protesi permettono un grande controllo della forma in sala operatoria, risultati duraturi e vengono spesso preferite alle iniezioni di grasso autologo (lipofilling glutei).
Quanto costa una gluteoplastica?
I costi di una gluteoplastica possono variare in base al tipo di procedura, con protesi o grasso, ad esempio, e spaziano tra i 5000 e i 7000 euro. Come ogni intervento chirurgico è indispensabile affidarsi soltanto a professionisti specializzati e competenti, che operino in strutture sanitarie all’avanguardia e garantiscano l’impiego di materiali di prima qualità. Per questo il primo consiglio è trovare il chirurgo plastico giusto e diffidare da chi propone procedure di chirurgia estetica low cost.
I rischi della gluteoplastica e tempi di recupero
Il dott. Marco Loiacono, Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica del network LaCLINIC®, ha portato la sua esperienza al corso di videochirurgia AICPE (Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica) 2018 su “Scultura Corporea – State of Art” durante il quale ha fatto il punto sulle moderne tecniche di gluteoplastica con protesi. Proprio lui spiega che: “le protesi sono ottime per risolvere in modo definitivo un gluteo piatto, vuotato e cadente e possono durare anche tutta la vita. L’intervento non lascia alcuna cicatrice perché l’unica incisione andrà a posizionarsi nel solco tra i 2 glutei ed è quindi a scomparsa totale. Per quanto riguarda i tempi di convalescenza: bisogna riposare per tre settimane e indossare una guaina contenitiva per 4 settimane, ma la cosa principale è di evitare future iniezioni nel gluteo”.
Per informazioni
Ufficio Stampa laLaCLINIC®:
Francesca Capriati fre.capriati@katamail.com

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: