Home Gusto e Sapori Sapori ed eventi Baccalà Fest a Villa D’Angelo Santa Caterina

Lunedì 15 aprile nella villa D’Angelo Santa Caterina affacciata sul Golfo di Napoli si terrà un evento esclusivo, dove arte e cucina si incontrano e omaggiano il Baccalà, prodotto tipico della cucina popolare.

Una kermesse itinerante, ideata da Renato Rocco,  farà capolino nelle sale della villa “azzurra” per eccellenza, Baccalà Fest, una manifestazione che prende il nome dal suo protagonista, e che desidera farsi promotrice di una delle materie prime di uso più antico nella cucina tradizionale della nostra regione e dell’Italia in generale. Un evento che desidera ridonare lustro ad un prodotto che è stato per anni rimosso dai più blasonati menu perché considerato un piatto povero, ma che a giusta ragione è stato negli ultimi anni ripreso, rielaborato, arricchito o anche solo esaltato nella sua naturale bontà per restituirgli tutto il valore meritato.

 

Tra i fautori della serata la famiglia “De Filippo” che custodisce da secoli l’arte della lavorazione di questo prodotto prelibato, e che ha generato, adiacente il laboratorio, il “Ristorante Biancobaccalà”, dove poter esaltare l’attività di famiglia tramandata di generazione in generazione dal 1971 attraverso rielaborazioni del prodotto nelle ricette storiche.

L’amore e l’antico legame tra Napoli e il baccalà e tra la nostra città e la cucina povera di tradizione verranno dunque raccontanti in questa serata attraverso i piatti realizzati da otto emeriti testimoni della cucina popolare partenopea che in un percorso itinerante, dall’aperitivo in terrazza alla cena in sala, ci faranno assaporare molteplici declinazioni di baccalà fino alla realizzazione di un dessert dai toni contrastanti eppure ben armonizzati.

Ma non solo la cucina parlerà del pesce dei due mondi, perché in sala verranno raccontate tradizioni, leggende e aneddoti sul baccalà e Napoli, dal 400 ad oggi, da esperti che hanno fatto della cultura gastronomica la loro attività principale.  Autore dei due testi “Baccalajouli”, insieme a Salva di Salvo, Toti Lange, Claudio Novelli e Anna Maria Cataldi Palombi e de “Il Pesce e l’Olio”, Tommaso Esposito, giornalista enogastronomico de Il Mattino e de Le Guide de L’Espresso rievocherà i piatti che dal 1600 ad oggi hanno accompagnato la cultura popolare napoletana.

A spalleggiare la narrazione il Presidente dell’Accademia Partenopea del Baccalà, Toti Lange, che patrocina l’evento. Appassionato prima ed esperto poi della materia, si batte attraverso l’accademia di recente costituzione per tutelare le preparazioni tradizionali di baccalà e stoccafisso, favorendone il miglioramento e la diffusione in Italia e all’estero.

E non poteva che partire da Napoli quest’idea poiché è proprio la Campania la regione d’Italia con il maggior numero di ricette tradizionali e creative e seconda regione per consumo di baccalà e stoccafisso d’Italia, nonchè il più grande centro europeo di distribuzione del prodotto.

E se è indubbio che la vera cucina non può prescindere dalle tradizioni della sua terra, è vero anche che non si può prescindere da un prodotto protagonista delle nostre tavole dal 400 e che ancor oggi, attraverso il talento degli Chef, riesce a reinventarsi e non essere mai banale.

E certamente sapranno stupirci i cultori del food chiamati in causa da D’Angelo Santa Caterina il 15 aprile . A partire dai pizzaioli Gino e Totò Sorbillo della storica pizzeria Sorbillo , con la proposta del baccalà nelle loro celebri pizze fritte.  E sempre in terrazza prenderanno il via le degustazioni di baccalà ideate ed elaborate a 10 mani dagli Chef Nicola Di Filippo, Presidente Campano dell’ordine Internazionale dei discepoli di Auguste Escoffier; Giovanni Morra e Luigi Manzo, Resident Chef D’Angelo Santa Caterina; Alfonso De Filippo, Ristorante Biancobaccalà e Salvatore Giugliano, dello storico Ristorante Mimì alla Ferrovia.

Baccalà in ogni forma e veste inebrierà gli ospiti sulla terrazza più affascinante di Napoli: marinato, mantecato, in tartare o al carpaccio, racchiuso in zeppoline, rochè, fiori di zucca o crocchette. Variazioni di sapori che mai deludono in quanto a qualità del prodotto utilizzato.

E se in terrazza gli chef si lasceranno guidare da ispirazioni street food, in sala proseguirà la tradizione in chiave gourmet del nobile pesce dei mari del nord con Risotto con porcini e baccalà, Mezzanelli con genovese di baccalà e Baccalà alla siciliana con verdurine fresche dell’orto.

La vera rivelazione arriverà con il dessert nella proposta di Ciro Scognamillo della storica pasticceria Poppella dal 1920 che scommetterà su un’idea innovativa del baccalà rivisitato in chiave dolce.

Ad accompagnare il percorso gastronomico della serata ci saranno i Vini di Tenuta Le Lune del Vesuvio e i liquori dell’ Antica Distilleria Petrone

Prezzo a Persona €45 (bevande incluse)
D’Angelo Santa Caterina – Via Aniello Falcone, 203 – 80127 www.dangelosantacaterina.com
Per info e prenotazioni 081 5789772 – 388.1879458 info@dangelosantacaterina.com

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: