Home Attualità DONNE MALTRATTATE: Napoli confronto Regione e Terzo settore

CENTRI ANTIVIOLENZA: INCONTRO PROGRAMMATICO CON ASSESSORE MARCIANI E DIRETTORE CARAGLIANO – REGIONE CAMPANIA
 
Napoli – I referenti di alcuni centri antiviolenza e case rifugio nella rete di Confcooperative Federsolidarietà Campania hanno incontrato l’assessore regionale alle Pari opportunità, Chiara Marciani e il direttore generale alle Politiche sociali, Fortunata Caragliano, presso gli uffici di Confcooperative Campania per un confronto sul sistema CAV e sull’accoglienza delle donne maltrattate, tra punti di forza, criticità ed azioni da mettere in agenda per il miglioramento dei servizi.
 
A margine di uno scambio di punti di vista e di esperienze, si è convenuto di lavorare in prima battuta sul trasferimento di risorse ai centri anti-violenza per potenziare i servizi sui territori, prevedendo anche meccanismi più snelli. Oggetto di lavoro sarà anche la redazione di un protocollo e di linee guida per tracciare il perimetro di percorsi e di linguaggi condivisi tra i diversi centri antiviolenza. I referenti dei servizi hanno manifestato all’Assessore anche la necessità di armonizzare le tariffe e di immaginare insieme il potenziamento dei servizi per gli uomini fautori della violenza – anche in un’ottica di prevenzione e di non reiterazione – e per i minori che assistono, anch’essi vittime di relazioni compromesse.
 
L’assessore Marciani ha ringraziato Federsolidarietà Confcooperative Campania per l’opportunità di dialogo e di relazione con gli operatori sociali. Presenti all’incontro il presidente di Confcooperative Campania, Antonio Borea e il presidente di Federsolidarietà Campania, Giovanpaolo Gaudino.
 
“Le occasioni come questa di dialogo con le istituzioni su singole questioni hanno un grande valore per la nostra Federazione e per la crescita reale della cooperazione sociale sui territori. Spendere del tempo per andare oltre l’interesse della singola realtà e ragionare in termine di politiche e di strumenti collettivi è l’essenza del lavoro politico sindacale. Da questi ragionamenti dipende la forza di tante cooperative sociali” ha detto Gaudino alla conclusione dei lavori.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: