21/10/2020 06:10
Home Esteri Sri Lanka-Attentato terroristico: il bilancio sale a 290 morti, arrestati 13 sospetti

Oltre 500 feriti nelle esplosioni di ieri contro chiese e hotel

E’ salito ad almeno 290 morti e oltre 500 feriti il bilancio degli attentati esplosivi di ieri contro chiese e hotel in Sri Lanka. Lo rende noto oggi la polizia.
L’India afferma che cinque suoi cittadini sono stati uccisi negli attentati di ieri in Sri Lanka. Il primo ministro indiano Narendra Modi ha parlato con i leader cingalesi e ha condannato gli attacchi esplosivi. “Non c’è posto per tale barbarie nella nostra regione. L’India è solidale con il popolo dello Sri Lanka”, ha scritto Modi su Twitter. Sono almeno 27 gli stranieri morti negli attentati. Gli Stati Uniti hanno detto che molti sono gli americani, ma non hanno dato una cifra. Il Giappone ha confermato un morto. Le autorità cingalesi affermano che tra le vittime straniere ci sono anche un portoghese, due turchi e tre britannici.

La polizia dello Sri Lanka ha arrestato tredici persone in relazione agli attentati di oggi che hanno provocato oltre 200 morti. Lo ha annunciato il portavoce Ruwan Gunasekara in un comunicato precisando che è nelle mani della polizia anche un veicolo che sarebbe stato usato per trasportare i sospettati nella capitale Colombo.

1 morto e 4 feriti giapponesi

Ministro degli Esteri nipponico: “Impegno contro terrorismo”

Il Giappone conferma che uno dei suoi cittadini è stato ucciso negli attentati di ieri in Sri Lanka e almeno altri quattro sono rimasti feriti.
Il ministro degli Esteri giapponese Taro Kono ha offerto le sue condoglianze per tutte le vittime degli attacchi e ha espresso l’impegno del Giappone nel “combattere il terrorismo” e la solidarietà verso lo Sri Lanka. Il Giappone ha anche lanciato un allarme sicurezza, dicendo ai giapponesi in Sri Lanka di evitare chiese, moschee, luoghi pubblici come centri commerciali e locali notturni e uffici governativi. Il ministero degli Esteri dello Sri Lanka ha detto che almeno 27 stranieri sono tra le oltre 200 persone uccise.

indagini su falle intelligence

Non avrebbe rilevato e messo in guardia su attacchi imminenti

La polizia dello Sri Lanka rende noto che le indagini sugli attentati di ieri esamineranno i rapporti secondo i quali la comunità dell’intelligence avrebbe fallito nel rilevare o mettere in guardia preventivamente contro possibili attacchi suicidi.
Due ministri del governo cingalese hanno menzionato i fallimenti dell’intelligence. Il portavoce della polizia Ruwan Gunasekara ha detto oggi che il Dipartimento d’investigazione criminale sta indagando sulle esplosioni ed esaminerà i rapporti.

 

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: