Home Sinapsi Sport News Altri Sport La Polizia celebra gli 80 anni del “suo” Livio Berruti

La Polizia di Stato ed il suo Gruppo sportivo Fiamme oro, celebrano uno dei più grandi campioni della storia dello sport italiano e mondiale, l’uomo che il 3 settembre 1960 diventò leggenda vincendo la finale dei 200 metri ai Giochi olimpici di Roma.

Livio Berruti il 19 maggio ha compiuto 80 anni, e per l’occasione le Fiamme oro hanno organizzato una cerimonia celebrativa della carriera sportiva dell’ex atleta cremisi.

All’evento, che si è svolto oggi pomeriggio a Roma, presso il Salone d’onore del Coni, hanno partecipato il capo della Polizia Franco Gabrielli e il presidente del Coni Giovanni Malagò. “È un onore festeggiare nel tempio dello sport nazionale il nostro Livio Berruti perchè è stato un atleta nonché uomo straordinario che meritava di essere festeggiato” ha detto il Prefetto Gabrielli il quale ha continuato “Le Fiamme oro sono per noi motivo di orgoglio, perchè oltre ai moltepici risultati dei nostri atleti, sono per noi uno strumento di prevenzione in quanto lo sport è un veicolo per entrare in contatto con situazioni più complesse e portare i nostri valori di legalità. Abbiamo attualmente 26 gruppi giovanili in tutta Italia e ne vado fiero perchè attraverso di loro riaffermiamo i nostri ideali”.

Durante l’evento è stata ripercorsa la lunga carriera dell’ex portacolori delle Fiamme oro, caratterizzata dalla finale olimpica che Berruti vinse con il tempo di 20”5, eguagliando per ben due volte, il record del mondo.

Berruti è stato festeggiato da tanti amici ed ex colleghi della Polizia, tra i quali anche sei campioni olimpici:  Daniele Masala, doppio oro nel pentathlon moderno a Los Angeles 1984, individuale e a squadre, Giuseppe Maddaloni, oro nel judo a Sydney 2000, Simone Vanni, oro con la squadra di fioretto maschile ad Atene 2004, Roberto Cammarelle, pugile d’oro nei supermassimi a Pechino 2008, Valentina Vezzali, cinque volte d’oro (3 individuali e 2 a squadre) a Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012, e Gabriele Rossetti, oro olimpico nello skeet del tiro a volo a Rio 2016.

Durante la cerimonia, Berruti ha raccontato i ricordi, le emozioni, i successi di una vita trascorsa tra duri allenamenti e grandi sacrifici e, alla fine, tra gli applausi commossi di tutti i presenti, ha ricevuto dalle mani del prefetto Gabrielli, una targa ricordo e la tuta sportiva delle Fiamme oro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: