Home Interviste “Teenager”, successi per l’album d’esordio di Jefeo

Il disco è stato presentato a Salerno e a Napoli

Fabio Migliano, in arte Jefeo, ha presentato “Teenager” anche in Campania. In tanti fuori gli store ad attendere l’arrivo di uno dei concorrenti del talent show televisivo “Amici” di Maria De Filippi. Da Milano alla conquista dell’Italia, Jefeo con il suo album continua a piacere alle giovani generazioni.

Questa la tracklist di “Teenager”: “Jefeo”, “Oggi no”, “Relax”, “Teenager”, “Bimbo”, “Tutto vero”, “Silenzio”, “Videogame”.

Dopo la Campania, l’instore tour del giovane artista proseguirà nel Sud Italia e precisamente farà tappa a Foggia, Bari, Catania, Palermo, Siderno.

Un album apprezzato in tutta Italia, quello di Jefeo, considerato il successo che sta riscontrando nelle presentazioni. Nel corso dell’intervista, l’artista ci ha parlato dell’album e invitato i suoi sostenitori a seguire i canali social per le date live estive.

 

Jefeo, presenti in Campania il tuo album d’esordio. Quali le sensazioni ed emozioni dopo la partecipazione ad “Amici”?

Le sensazioni ci sono già state prima di iniziare il tour. E’ bellissimo: si parte dal nulla per arrivare a qualcosa. Vedere persone fuori gli store aspettare te è qualcosa di indescrivibile.

Il tuo album si intitola “Teenager”, in riferimento anche alla tua età. Perché hai scelto questo titolo?

Ho scelto di chiamare l’album “Teenager” per la mia età. Essere un adolescente comporta vivere determinate esperienze, avere determinati pensieri che poi io ho trasformato in canzoni: una raccolta di emozioni che un adolescente, appunto, può provare, vivere, vedere. 

Quale dei pezzi dell’album preferisci e per quale motivo?

Due sono i brani che preferisco: per quanto riguarda il sentimento che provo per una canzone “Silenzio”, dedicato ai miei genitori, il mio grido di battaglia; mentre, invece, per quanto riguarda testo e sonorità “Relax” perché, secondo me, è un level up a livello di melodie. 

Jefeo, ti definisci un rapper, trapper o un cantautore?

Non mi metto etichette, non mi piace. Io faccio musica: domani, ad esempio, potrei anche uscire con un pezzo rock. Quello che provo, quello che mi viene da dire e da fare, lo faccio se sta nel mio campo o meno.

Cosa consigli ai “teenager” che intendono intraprendere il percorso musicale?

Io consiglio di seguire il proprio cuore, non creare schemi, non seguire la moda. La musica è bella quando esce dal cuore. Si può anche non essere bravi però se esce dal cuore è arte; poi, tutto viene mano mano durante il percorso. Dipende anche dalle scelte: ci sono, ad esempio, persone cui non interessa firmare un contratto e preferiscono, quindi, stare sole; mentre, invece, c’è altra gente, come me, che decide di aprirsi a più persone e mandare un messaggio. Secondo me, la scelta di partecipare ad un talent o di continuare da soli è una scelta personale. Consiglio, comunque, di seguire il cuore e non pensare se sia giusto un talent o la gavetta. 

Cosa rispondi ai fan che chiedono date live?

Le date ci sono e ci saranno, sono in aggiornamento, seguite i miei canali. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: