Home Interviste Stefano Fucili torna con successo sulle scene con un nuovo singolo

Il brano è “BALLARE BALLARE”

E’ in radio, nei digital download e sulle principali piattaforme streaming “BALLARE BALLARE”, il nuovo pezzo musicale del cantautore Stefano Fucili. Il singolo sta già riscontrando successo. Stefano in questi anni ha aperto i concerti di Lucio Dalla, Ron, Luca CarboniGiorgia, Paola Turci, Nomadi ed è stato protagonista di una serie di live in Italia e Olanda, con i progetti “Piazza Grande”, omaggio a Lucio Dalla e lo spettacolo “La realtà è più avanti” con Daniel Tarozzi.

Nel corso della sua carriera artistica ha composto musiche per serie TV internazionali, cartoni animati ed ha pubblicato cinque album: “Peter Pan”, “Tristano e Isotta”, “Vita Libera”, “Italian Pop” e “Christmas Songs”. Nell’intervista, Stefano ci ha parlato del nuovo singolo, della collaborazione con Lucio Dalla e dei suoi prossimi impegni lavorativi. Questo il link al brano: https://www.youtube.com/watch?v=i-pH0fcxnYo

 

Il cantautore: “Il pezzo? E’ l’inizio di una nuova era”

Da qualche giorno è disponibile il brano “Ballare ballare”, il tuo nuovo singoli. Innanzitutto, cosa rappresenta per te questo pezzo?

Come direbbe Jovanotti “è l’inizio di una nuova era”. In realtà è un po’ così, è l’inizio di un nuovo percorso musicale, sia perché è il primo brano che pubblico con RNC Music, prestigiosa  label di Nico Spinosa grazie anche al prezioso supporto del manager Giordano Donati, sia perché rappresenta l’inizio di una mia nuova direzione musicale verso sonorità electro pop, pop dance in cui chitarre ed elettronica di fondono. 

Hai dichiarato che questo pezzo “rappresenta perfettamente la mia nuova linea musicale electro pop, ispirata anche dal filone indie italiano”. Oggi in molti si stanno affacciando su questo genere musicale. Cosa pensi dell’attuale indie italiano? Perché è così apprezzato in particolare dai giovani?

La scrittura de miei nuovi pezzi che comporranno un nuovo album che è in lavorazione è stata ispirata anche  dall’ascolto di band e artisti della nuova scena indie come Ex Otago, Thegiornalisti, Calcutta, Carl Brave, Frah Quintale, Coez etc.

Trovo che questi artisti abbiano una freschezza una originalità una autenticità che deriva dal fatto che sono tutti venuti fuori grazie ad una gavetta di concerti fatti dal vivo club per club festival per festival e sono emersi perché la gente è le nuove generazioni lo hanno scelti, non sono progetti imposti dall’alto come gli artisti dei talent.

Sia musicalmente che nei testi c’è creatività e non ci sono paletti di genere si spazia dall’elettronica, al rock, dal pop al rap in maniera molto libera. 

Quali sono state le motivazioni che ti hanno portato a scegliere come regista del video Stefano Chicì?

In realtà il video è stato realizzato dallo staff di DNAsrl di Carlo Rossetti e Stefano a coordinato il montaggio e la regia con diversi collaboratori. DNA produce il popolare canale YouTube Coccole Sonore, dedicato alle canzoni per bambini, con cui collaboro con successo da qualche hanno.

Quando è stato il mento di realizzare il video clip di Ballare Ballare la cosa più naturale è stato chiedere a Carlo la sua collaborazione e lui mi ha dato carta bianca, sono molto felice del  bel risultato anche perché abbiamo lavorato insieme sul concept del video. 

E’ in lavorazione il tuo nuovo album: i fan cosa devono aspettarsi dal lavoro discografico? Su quale genere/filone musicale ti stai muovendo?

Come ho già accennato, il mio prossimo album sarà un progetto completamente nuovo nelle sonorità ma anche nei testi. Dallo scorso settembre ad oggi ho scritto 12 pezzi ispirati al nuovo indie ma anche da artisti internazionali come Coldplay e Ed Sheeran, senza però dimenticare i miei riferimenti del passato come il mio primo maestro Lucio Dalla.

Il risultato è una scrittura ricca di ritmica elettronica ma con molte chitarre tra electro pop e dance pop, con testi che in maniera diretta e leggera affrontano riflessioni sulla frenetica vita che questi tempi ci portano, con la ricerca e l’esigenza di ritrovare la semplicità ed il contatto umano, il tutto però filtrato da un’ottica personale che poi però può diventare universale.

Hai già alle spalle cinque album. Ti sei sentito rinnovato, artisticamente parlando, con il nuovo lavoro che uscirà a breve?

Dal 1999 ad oggi ho prodotto diversi album,all’inizio con la Pressing casa discografica di Lucio Dalla e poi in maniera indipendente quindi molto libera, essendo molto curioso ho esplorato vari generi dal folk, al rock al pop fino alla musica celtica con l’opera Tristano e Isotta composta nel 2011 con Francesco Gazzè (fratello e coautore di Max).

Approdare ad un nuovo genere e come l’ectro pop mi ha stimolato a scrivere in maniera nuova, chiaramente mantenendo sempre una mia linea e identità personale. 

Hai collaborato per diverso tempo con Lucio Dalla. Quanto e cosa ha rappresentato per te quest’esperienza a livello personale ed artistico?

Lucio è stato il mio grande maestro, sono uno dei tanti che ha avuto l’onore ed il privilegio di collaborare con lui. Scrivere con e per lui il brano “Anni Luce” del suo album “Luna Matana”, è stata un’esperienza indimenticabile.

Seguirlo in studio durante le registrazioni vederlo tante volte dal vivo e nella fase organizzativa dell’uscita di un album sono state lezioni uniche. Lucio mi ha insegnato che per scrivere una bella canzone il segreto è molto semplice basta essere veri, sinceri, se stessi senza avere paura. 

In vista dell’estate che avanza, hai in programma qualche live in giro per l’Italia?

Questa estate sarà dedicata alla promozione del nuovo singolo Ballare Ballare che è partito molto bene in tante radio italiane ed anche all’estero, è in onda in Australia sul network Rete Italia e in Lussemburgo su Eldoradio.

Stiamo anche completando la versione in spagnolo per il mercato latino. Parallelamente durante l’estate avrò molti concerti con la band Piazza Grande, il mio omaggio a Lucio Dalla ospitando in alcune occasioni la sua storica vocalist Iskra Menarini. Poi in autunno partirà un tour in locali e piccoli club per presentare i brani inediti del nuovo album. 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: