Home Gusto e Sapori Pizza e sfizi Ai nastri di partenza la nuova edizione di “Napoli Pizza Village”

Ad “ospitare” gli stand e gli attesi live il Lungomare Caracciolo

E’ stato presentato questa mattina a Napoli nel corso di una conferenza stampa la nuova edizione del “Napoli Pizza Village”, riconosciuto nel 2018 quale primo food festival al mondo. Tanti gli artisti che si alterneranno sul palco nei giorni dedicati alla kermesse: da Clementino ai The Kolors, passando per i Boomdabash, Edoardo Bennato, Cristiano Malgioglio ed Anastasio.

Ad affiancare i noti esponenti del panorama musicale italiano ci saranno giovani voci partenopee quali Milena Setola, PeppOh, Andrea Tartaglia, I Desideri, Samurai Jay, Peppe Soks ed altri. L’accesso al villaggio e a tutti gli eventi, incluse le esibizioni sul palco, è gratuito; a pagamento resta, invece, il solo ticket menu, acquistabile anche online, al costo di 12 euro e comprendente una pizza, una bibita, caffè e dolce o gelato.

L’edizione di quest’anno è rivolta al rispetto verso l’ambiente: piatti, bicchieri e posate in plastica saranno di fatti sostituiti con prodotti biocompostabili e biodegradabili. Inoltre, al fine di ridurre l’inquinamento in città e i problemi relativi al traffico e alla sosta, si è prevista la collocazione di un parcheggio all’ingresso di Napoli ed un servizio navetta con mezzi pubblici per raggiungere la location d’evento.

 

“Noi istituzioni – ha dichiarato Nino Daniele, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli –  avremmo il compito di fare molto di più, creando un concerto istituzionale che favorisca questo genere d’iniziative. La filiera gastronomica, la cultura e il turismo qualificano lo sviluppo e rappresentano il centro dell’economia e dell’innovazione”. A fargli da eco Claudio Sebillo, Ceo Oramata Grandi Eventi, società organizzatrice del Napoli Pizza Village che ha così commentato: “Generiamo un incoming testimoniato dall’ospitalità diretta in oltre 5 hotel napoletani per ospiti e addetti ai lavori. Inoltre, con 590 pizzaioli che arrivano da tutto il mondo generiamo senza dubbio un’occupazione alberghiera della città. Napoli Pizza Village dà lavoro a 1500 persone tra assunti, mandati professionali e servizi diretti che rappresentano, ormai da nove anni, un vero e proprio team di protagonisti dell’unico evento permanente rappresentativo e internazionale della nostra città”.

Antimo Caputo, AD di Mulino Caputo ha, invece, precisato: “Non solo Napoli Pizza Village è solo il miglior food festival al mondo, ma la pizza è anche il cibo più buono del mondo. L’evento con la sua fama internazionale concorre alla promozione, in tutto il mondo del nostro grano, dei nostri prodotti e di tutta la filiera sud Italia, compresi i pizzaioli napoletani e la loro scuola. Portiamo a Napoli la diciottesima edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo in programma dal 16 al 18 settembre e, quindi, i pizzaioli da ogni parte il mondo.

Quest’anno sarà presente anche una delegazione degli USA che segna numeri e partecipazioni esplosive e che presenta anche la nuova sezione della Pizza contemporanea”. Ai nastri di partenza, dunque, la nuova edizione del Napoli Pizza Village in programma a Napoli dal 12 settembre.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: