24/10/2020 04:35
Home Comuni San Giorgio a Cremano San Giorgio a Cremano, sette liste a sostegno della candidatura di Marino...

Una coalizione di sette liste civiche (Lista QUARTIERE MIO, ORGOGLIO CAMPANO, SANGIORGESI, CIVICI E PROGRESSISTI con MARINO SINDACO, Lista SAN GIORGIO PRIMA DI TUTTO, CITTA’ FUTURA per SAN GIORGIO A CREAMANO, SAN GIORGIO DEMOCRATICA con MARINO SINDACO) ha presentato in una nota la candidatura a sindaco di San Giorgio a Cremano dell’ex vice sindaco Giovanni Marino. Questo il contenuto del documento firmato dai rappresentanti dei movimenti cittadini gran parte dei quali a loro volta ex consiglieri comunali della città di Troisi.

Questo il contenuto della nota: “I movimenti civici che oggi rappresentiamo, unitariamente e unanimemente, avanzano a Giovanni Marino la richiesta di candidatura a sindaco e di rappresentanza del progetto di rinascita di San Giorgio a Cremano.
La nostra città ha bisogno di ritrovarsi attorno a persone e politiche capaci di animare speranza e fiducia nel futuro. Giovanni Marino possiede il profilo ideale per guidare questo progetto: da sempre impegnato nel sociale e nelle istituzioni, ha avuto la capacità di avviare un percorso che partendo dal basso ha coinvolto cittadini, professioni e realtà produttive e di portare avanti una penetrante azione di contrasto alla mediocrità, in cui non ha mai esitato ad anteporre la tutela e la difesa dell’interesse comune ad esigenze di tutela personale.
Caratteristiche che riteniamo essenziali in considerazione della necessità di fronteggiare il grave fenomeno della disoccupazione che attanaglia la nostra realtà. A lui è riconosciuta la levatura etica e la sensibilità sociale necessarie a rifondare le relazioni tra politica, istituzioni e cittadinanza orientandole con la bussola della competenza e del servizio operoso per il bene comune; così come la capacità di aggregare le energie, le competenze e le intelligenze necessarie, innanzitutto, per porre rimedio al fallimento dell’Amministrazione in carica.
A partire dalle politiche sociali. La gestione verticistica della programmazione del Piano Sociale di Zona ha favorito meccanismi di spesa meramente assistenziali e azioni incapaci di leggere e contrastare povertà, degrado, disagio ed emergenze che necessitano un ripensamento complessivo e condiviso delle politiche sociali.
Ecco perché è prioritario intervenire con azioni risolutive per sostenere quanti fanno fatica ad affermare persino la loro dignità di cittadini.

Gli autobus non circolano. I rifiuti non sono differenziati. Gli spazi pubblici sono al buio. Le strade, i marciapiedi, sono disastrati e pieni di buche. Il valore degli immobili si è ridotto. L’Amministrazione in carica non ha saputo aver cura della nostra città e non ha saputo migliorare la qualità della vita delle persone. E’ necessario migliorare e innovare tanto i servizi pubblici comunali che gli strumenti di pianificazione e programmazione. In entrambi i casi, il fondamento deve essere la certezza delle risorse disponibili e la trasparenza dei piani di investimento e spesa.
Abbiamo bisogno di attrarre investimenti, migliorando i servizi, elevando la sicurezza, spostando attenzione politica e cura su lavoro e impresa. A partire dall’urgente razionalizzazione della “macchina comunale”che riesce a malapena a garantire i servizi obbligatori, per proseguire con l’utilizzo degli spazi pubblici comunali riconvertibili per promuovere l’imprenditorialità giovanile e innovativa.

Sono spunti programmatici da arricchire e approfondire con il confronto: prima con il candidato sindaco, poi con i movimenti formali e informali che aggregano le istanze dei cittadini.
A Giovanni Marino chiediamo di guidare l’ascolto e selezionare le priorità: prima per guadagnare la fiducia dei sangiorgesi e poi per ottenere risultati di governo concreti e percepibili”.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: