Home Sinapsi Sport News Napoli calcio News  LAZIO 1 NAPOLI 0 IL NAPOLI ENNESIMO REGALO DEGLI AZZURRI

 LAZIO 1 NAPOLI 0 IL NAPOLI ENNESIMO REGALO DEGLI AZZURRI

Insigne il migliore in campo si comporta da Capitano vero, attacca, rientra e aiuta in difesa

Roma 11 gennaio, 2020

Sergio Angrisano

Lazio – Napoli gara valida per la 19^ giornata di Campionato di Serie A

Ai biancoceleste vincono ancora e, lo fanno soffrendo. Gli uomini di Inzaghi superano il Napoli per 1-0. Dopo un primo tempo concluso a reti bianche, la gara si sblocca ad 8′ dal termine: follia di Ospina che si fa scippare il pallone da Immobile che conclude a rete nonostante il tentativo di Di Lorenzo. Per Inzaghi è record: dieci vittorie consecutive. Occorrono circa venti minuti di studio per cominciare a vedere qualche azione degna di nota.

La Lazio prova a diventare padrona del campo, con Caicedo ed Immobile che giocano molto vicini con scambi veloci, provando a mettere in difficoltà la coppia, ancora sperimentale, dei centrali azzurri. Ma, il Napoli comincia a crescere e prende in mano il pallino del gioco. I padroni di casa, si chiudono nella propria metà campo per poi tentare  sortite in contropiede. Al 26′ un errore difensivo rischia di fare l’ennesimo regalo agli avversari Ruiz controlla male all’interno della propria area di rigore e Caicedo fortunatamente non riesce ad approfittarne, a rimediare è lo stesso Ruiz che stoppa l’attaccante biancoceleste, proprio nel momento della conclusione. Al 31′ è ancora la Lazio a provarci: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Milinkovic-Savic riesce a saltare più in alto di Manolas, l’incornata del numero 21 laziale non inquadra lo specchio della porta. Al 33′ è Alla suona la carica e, prova a scuotere il Napoli, il brasiliano si lancia in una bella iniziativa personale imbambolando un paio di avversari, l’azione si conclude con un tiro tanto potente quanto impreciso. Al 43′ la Lazio spinge, prima ci prova con una conclusione da fuori area di Milinkovic-Savic, poi Mario Rui regala un altro possesso agli avversari nel cuore dell’area di rigore, sul tiro riesce ad intervenire Di Lorenzo dopo che la sfera aveva beffardamente superato Ospina. Il primo tempo si conclude dunque a reti bianche. La ripresa si apre con un Napoli più intraprendente che non si spaventa neppure di fronte ad una bella progressione di Luis Alberto. Gli azzurri provano ad alzare i giri del motore ma la retroguardia della Lazio fa buona guardia. L’occasione più golosa arriva sui piedi di Milik, ma l’attaccante polacco liscia sprecando un buon cross di Callejon. Sul ribaltamento di fronte Luis Alberto invoca un calcio di rigore, Orsato era li vicino e non asseconda le richieste del laziale. Poi ancora Napoli con una bella iniziativa di Zielinski che combina con Milik, il centravanti però non riesce a concludere in porta. Al 67′ è ancora Zielinski a provarci inventandosi una conclusione a giro sul palo più lontano, il tiro batte Strakosha ma termina la sua corsa incocciando il legno. Al 76′ è di nuovo il Napoli ha sfiorare il gol, a mettere in difficoltà la retroguardia capitolina è Insigne che ci prova con una conclusione insidiosa, Strakosha è attento e sventa la minaccia. All’84 la Lazio si porta in vantaggio: Hysaj alleggerisce verso Ospina il portiere si addormenta sulla palla ed Immobile riesce a strappargli regolarmente il possesso, il centravanti laziale non si fa pregare e calcia verso la porta sguarnita, Di Lorenzo prova un rinvio alla disperata ma senza riuscire nel suo intento. Al 90′ Insigne si coordina dal limite dell’area e lascia partire un bel tiro, ma Strakosha è attento e respinge. La Lazio si conferma squadra da ultimi minuti ed anche oggi riesce a strappare una clamorosa vittoria grazie ad una rete che arriva all’82imo. Un risultato che punisce gli azzurri, che per tutto il corso del secondo tempo avevano brillato in gioco , un palo, una traversa , e tre tiri nello specchio della porta che, solo la bravura di Strakosha, ha negato la gioia del meritatissimo gol azzurro, una squadra tuttavia in ripresa, si comincia finalmente a vedere gioco e  carattere, c’è ancora tanto da lavorare per Mr. Gattuso, che a fine gara, si è assunto tutte le responsabilità del grave errore commesso da Ospina, “io non considero il portiere uno avulso dl gioco, nel calcio moderno il portiere è un calcitore che imposta l’azione e partecipa al gioco”.

Formazioni:

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva (35’st Berisha), Alberto (44’st Jony), Lulic; Caicedo (18’st Cataldi), Immobile. A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Patric, André Anderson, Adekanye, Jorge Silva. Allenatore. Inzaghi.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; (4), Di Lorenzo; (4) Manolas,(5) Rui;(5) Ruiz, (5) Allan(5,5) (38’st Llorente), Zielinski; (6) Callejon (4) (42’st Elmas), Milik, (5) Insigne (6,5) (45’st Lozano). A disposizione: Karnezis, Luperto, Tonelli, Daniele, Gaetano. Allenatore: Gattuso.

ARBITRO: Orsato di Schio.

MARCATORI: 37’st Immobile (L)

NOTE: Ammoniti Lazzari, Lulic (L); Manolas, Rui (N). Recupero 2’pt – 3’st

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: