06/08/2020 03:33
Home Sinapsi Sport News Napoli calcio News Serie A, Sampdoria-Napoli 2-4

Azzurri avanti 2-0 si fanno raggiungere poi dilagano, Elmas si commuove dopo il gol, Demme al primo gol in Serie A

Genova, 03 02 2020

Sergio Angrisano

A Marassi passa il Napoli, una partita vivace, muscolare a tratti cattiva, 6 gol e tanto spettacolo nel recupero di Campionato del lunedì che premia la squadra di Gattuso, ora a -2 dalla zona Europa. Pronti, via e il Napoli passa in vantaggio: cross pennellato di Zielinski al 3’, Milik si stacca dalla marcatura di Colley e infila in rete di testa. All’11’ l’attaccante polacco ci riprova con un rasoterra di sinistro, Audero blocca. Poi è la Samp a farsi viva: al 13’ Gabbiadini serve Quagliarella, ma la conclusione dell’ex del Napoli è poco angolata e facile da controllare per Meret. Passano altri tre minuti e la squadra di Gattuso raddoppia: Elmas, poi commosso per il primo gol in Serie A, tocca in rete su angolo di Mario Rui, prolungato dalla testa di Di Lorenzo. Milik sblocca dopo soli 144 secondi. L’inizio gara fa presagire ad una goleada. La Sampdoria non molla e, torna in partita al 26’ con una magia di Quagliarella: l’attaccante blucerchiato trafigge Meret con una perfetta mezza girata al volo su lancio lungo di Ekdal. Al 40’ la Sampdoria sfiora il pareggio con Ramirez, che colpisce il palo a conclusione di un’azione concitata.

Prima dell’intervallo un colpo di testa di Milik costringe Audero alla deviazione in angolo. Una rete che sporca un po la partita e smorza le certezze degli azzurri. La ripresa vede una Samp entrare in campo con il sangue agli occhi, affonda e pressa gli uomini di Gattuso per quasi 12 minuti nella propria area. Il Napoli fa fatica ad uscire palla al piede, i portatoti di palla, vengono metodicamente pressati, ma il Napoli, non perde lucidità, consapevole della propria superiorità tecniche, ma al 73′  Quagliarella , si scontra con Manolas e, il signor La Penna fischia il penalty per i padroni di casa ,dal dischetto tira un altro ex, Gabbiadini: mancino forte, Meret tocca ma non basta. La gioia dei blucerchiati per il rigore di Gabbiadini, dura poco meno di 10 minuti; all’83’ci pensa  Demme a riportare definitivamente avanti i suoi. La beffa arriva nel recupero, Mertens cala il poker, Audero esce di testa dalla propria area , la palla finisce sui piedi di Mertens che da oltre 30 metri dall’area insacca la palla del 2 a 4. A Marassi si è giocata una partita di vero calcio, con continui cambi di fronte, alla fine ha vinto l’esperienza. Per Gattuso, tre punti importantissimi che portano gli azzurri a meno 2 dalla zona Europa, ma soprattutto, con questa vittoria il Napoli, si lascia alle spalle il periodo di crisi che lo ha visto rotolare nei piani intermedi della classifica. Sabato arriva il Lecce, non bisogna lasciare spazio all’entusiasmo e affrontare ogni gara con la stessa concentrazione.

3′ Milik (N), 16′ Elmas (N), 26′ Quagliarella (S), 73′ rig. Gabbiadini (S), 83′ Demme (N), 98′ Mertens (N)

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Thorsby, Tonelli, Colley, Augello; Ramirez (68′ Maroni), Ekdal, Linetty, Jankto (79′ Vieira); Gabbiadini, Quagliarella (75′ Gabbiadini). All. Ranieri

NAPOLI (4-3-3): Meret; Hysaj,(6,5) Manolas,(6) Di Lorenzo,(6,5) Mario Rui; (6,5) Elmas,(6)(79′ Politano s.v.), Lobotka, (6) (61′ Demme 7), Zielinski; (6,5)Callejon (6,5) (72′ Mertens 7), Milik,(7) Insigne, (7). All. Gattuso 7

Ammoniti : Elmas (N), Jankto (S), Ekdal (S), Ramirez (S) Linetty (S), Demme (N), Politano (N)

Arbitro: sig. La Penna (Roma)

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: