Home Comunicati Stampa Il Presidente nazionale A.G.P.G. Giuseppe Alviti chiede le dimissioni dei segretari nazionali...

È assurdo che si vada ancora ad elemosinare al Ministero competente,ancora una volta, per il Ccnl della vigilanza privata scaduta nel 2015 senza sapere cosa i sindacati abbiano proposto

Roma, 12/02/2020(informa Il Presidente nazionale associazione guardie particolari giurate Giuseppe Alviti , già Medaglia d argento al valore civile, chiede le dimissioni subito dei tre segretari nazionali della CGIL Uil e CISL della vigilanza privata.

È assurdo che si vada ancora ancora una volta ad elemosinare al Ministero competente che sia da mediatore con le parti datoriali per il Ccnl della vigilanza privata scaduta nel 2015 senza sapere cosa loro stessi abbiano concretamente proposto in contrapposizione dell offerta schiavista della parte datoriale in più sono andati a discutere in un recente passato col signor Molteni( all epoca un semplice sottosegretario che non conosce il 138 del Tulps) discutendo dei requisiti minimi per le guardie particolari giurate come essere diplomati etc etc e il corso minimo d d’inserimento che prevede dati sulla criminologia all antiterrorismo il tutto sempre a 1000 euro al mese e non tutelando la realtà dei Lavoratori costretti a turni massacranti in postazioni fatiscenti e dove chi ragiona con la propria testa richiedendo propri diritti viene mandato in “esilio”.

Basta leggere il tulps in materia di gpg che espressamente recita per la gpg il sapere leggere e scrivere, quindi prima cosa costituzionale da fare e riformare il Tulps poi ben vengano innovazioni legate strettamente alle tutele.
Il MIUR Molteni le 84 ore su 7 giorni di apprendimento erano solo oppio per i poveri dichiarano congiuntamente i due leader storici dell associazione nazionale guardie particolari giurate Giuseppe Alviti e Giuseppe Cuccurullo e incalzano concludendo:Buonasera a tutti, amici e colleghi.

Come da notizia ufficiale dell’11 c. m. , in merito al rinnovo del CCNL G. P. G. e intermediari, il Ministero si è impegnato a convocare le parti Datoriali. Dopo aver mediato, deve convocare le OOSS e, dopo, ancora si prenderanno tutte le iniziative conseguenziali a tale mediazione.
Per quanto appena esposto, qualcuno ha un’idea dei tempi che devono trascorrere?????
Lasciomo chiunque giudicare se ci fossero state, o meno, altre forme e metodi, per il raggiungimento dell’obiettivo :”RINNOVO DEL CONTRATTO”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: