Home Comuni altri Coronavirus. A Portici le strade restano affollate

Stessa situazione per i vicoli del centro storico e la periferia. Borrelli e Santomartino: “Abbiamo inviato un esposto al Prefetto e a tutte le forze dell’ordine per l’episodio dell’8 marzo con distribuzione in strada di mimose. Allucinante l’hashtag #iononrestoacasa e i video di sfida ai divieti.”

“Continuano a essere troppe le persone per strada. Stamane il centro storico di Napoli, i quartieri popolari e alcune zone periferiche – dichiarano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli e quello del comune di Portici Franco Santomartino – erano pieni di gente che passeggiava. In alcuni vicoli non c’è proprio la percezione del rischio sanitario e si scherza con troppa facilità. C’è gente che indossa le mascherine e poi si abbraccia dimostrando la propria ignoranza e incoscienza. Addirittura durante l’emergenza Coronavirus l’8 marzo, per la festa della donna a Portici sono state distribuite 1200 mimose nell’area mercatale del centro storico nonostante gli inviti a non dare vita ad assembramenti e a restare a casa”.
Mentre in un video girato il 14 marzo, inviato da un cittadino come segnalazione ai Verdi campani, si vede l’Asse mercatale di via Arlotta, sempre a Portici, enormemente affollata nonostante i divieti di uscire fuori casa e di dar luogo ad assembramenti
“Autorizzare, o quanto meno tollerare, questa iniziativa per la festa della donna, che prevedeva numerosi contatti tra le persone, in un’area già di per sé affollata, è stato alquanto irresponsabile visto che si era già in emergenza sanitaria ed erano state date delle disposizioni di sicurezza che andavano seguite per non mettere la popolazione a rischio contagio. In merito a ciò abbiamo inviato un esposto al Prefetto e a tutte le forze dell’ordine.” – ha dichiarato Il Consigliere Comunale dei Verdi a Portici Franco Santomarino.
“Le forze dell’ordine stanno facendo un gran lavoro tenendo la situazione sotto controllo nelle varie aree del territorio , purtroppo, però’ ci sono zone , dove regna l’inciviltà e l’illegalità e quindi non vengono rispettate neanche le normative di sicurezza per questa emergenza sanitaria ed allora i trasgressori devono essere puniti severamente, ne va della salute di tutta la cittadinanza. Per non parlare degli sciagurati che non solo non restano a casa ma hanno lanciato l’hashtag #iononrestoacasa” sfidando in ogni modo i divieti”- ha proseguito il Consigliere Santomartino insieme al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.
La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: