Home Leggi la Sicilia ROCCALUMERA. LA MINORANZA: COINVOLGIAMO IL GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

Roccalumera. Il gruppo di Minoranza, composto da: Rita Corrini , Ivan Cremente,  Tiziana Maggio e Antonino Scarci, a  distanza di una decina di giorni da quando, con spirito di collaborazione, ha posto all’attenzione del Sindaco e della Giunta una serie di questioni, prende atto con soddisfazione che alcune sono state perseguite e pertanto, intende proseguire questo percorso fornendo il proprio contributo costruttivo.

Scrive: “Egregio Signor Sindaco, la pandemia in atto che affligge il mondo e la paura del contagio da Covid-19, dopo più di due settimane vissute nel rispetto delle misure restrittive indicate nei vari decreti ministeriali e regionali che si sono susseguiti, rende i nostri concittadini preoccupati, angosciati, spaventati e confusi anche perché il “nemico” è silente ed oscuro. Tutto il mondo si è trovato improvvisamente alle prese con un allarme che sta ancora cercando di gestire nel miglior modo possibile.

La popolazione, specialmente in momenti così drammatici, ha bisogno di fiducia nelle istituzioni  e le persone che la rappresentano pro tempore devono mettere in campo tutte quelle azioni atte a gestire l’emergenza con decisioni condivise e unitarie, ma con determinazione e costanza perché sappiamo che  fonti scientifiche e autorevoli affermano che la battaglia sarà ancora lunga.

I vari aggiornamenti ci evidenziano che la situazione, nella nostra provincia, sta rapidamente peggiorando in termini di contagi, in quanto si contano  sempre più focolai per cui è necessario dare ai cittadini continue informazioni e raccomandazioni affinché ci si attenga scrupolosamente alle indicazioni fornite dal Ministero della salute per contenere la diffusione del virus.

Riteniamo indispensabile – se ancora non è stato fatto – l’attivazione del C.O.C. (Centro Operativo Comunale), che permetterà di affrontare l’emergenza in maniera graduale e programmata attraverso le varie funzioni che il personale preposto dovrà svolgere, con il controllo del territorio e con un monitoraggio organico e continuo delle esigenze della popolazione.  Il C.O.C.  permetterà di monitorare sistematicamente la situazione h24, contribuirà ad avere informazioni aggiornate in tempo reale ed organizzarsi in maniera tale da realizzare una banca dati che – nel rispetto della privacy – potrà essere facilmente utilizzata per dare informazioni quotidiane ai cittadini relativamente a: – persone che sono in auto quarantena, – persone contagiate e poste in quarantena obbligatoria o ricoverate; – persone anziane che hanno bisogno di essere supportati per medicine e/o altro; – nuclei familiari che hanno bisogno di generi alimentari o altre necessità; – controlli effettuati dalle forze dell’ordine e relativo report; – etc..

Alcuni di questi servizi a sostegno delle fasce più deboli sono stati attivati ma non sono sufficienti a sostenere le esigenze della popolazione e a dare il giusto supporto agli anziani che non possono essere assistiti dai propri familiari dal momento che è stato sospeso anche il servizio domiciliare.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi