Home Cronaca Rissa in un  supermercato di Casoria per una mascherina non messa

Borrelli e Simioli: “Episodio da condannare. In questo momento è fondamentale garantire la sicurezza ai cittadini.”

Ennesimo atto di violenza generato dalla tensione per l’emergenza Coronavirus è accaduto nel napoletano.

Nella serata del 31 marzo in supermercato di Casoria è scoppiata una furiosa lite tra alcuni clienti per una mascherina non indossata.

L’accaduto è stato ripreso da un cellulare e nel video si vede come un cliente si rivolga in modo brusco e violento ad un’altra persona perché questa non indossa la mascherina di protezione. Il diverbio si trasforma così in una rissa tra più persone, sedata prima dai dipendenti del supermercato e poi dai Carabinieri.

Il titolare del supermercato Antonio Rea ha raccontato l’accaduto in diretta telefonica alla trasmissione “La Radiazza” condotta da Gianni Simioli e con il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, : ”Il fatto è accaduto verso l’orario di chiusura, dentro al supermercato c’erano solo pochi clienti. Un gruppo di ragazzi, un po’ su di giri, come è stato accertato anche dalle forze dell’ordine, è entrato nel supermercato ed uno di loro ha tolto la mascherina. Alla cassa un cliente si è rivolto a quel ragazzo senza mascherina in maniera sin troppo violenta ed agitata, voleva che rimettesse la mascherina, e a quel punto è scoppiata la rissa. È un momento brutto per tutti, si respira ansia ed agitazione e proprio per questo occorrerebbe essere più sensibili e calmi quando ci si rivolge agli altri, altrimenti si peggiora la situazione e possono nascere episodi di violenza del tutto inutili, come quello accaduto nel mio supermercato. “.

 “in questi giorni parliamo tanto di solidarietà e di vicinanza e poi accadono episodi come questi che sono incommentabili. La violenza è da condannare sempre, ma in questo momento lo è ancora di più, dato che queste azioni mettono in pericolo tutti e quindi i protagonisti di questa disdicevole vicenda dovranno essere punti in modo severo. Dobbiamo fare in modo che cittadini siano al sicuro e quindi servono maggiori controlli e pene severe per i trasgressori e gli incivili.”- hanno dichiarato il Consigliere Borrelli e Simioli.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: