29/10/2020 09:10
Home Finanza Agevolata Contributi a fondo perduto a micro e piccole imprese: l’ipotesi del MISE

Viene chiamato modello francese, ed è quello cui il MISE si starebbe ispirando per mettere a disposizione delle aziende più piccole – quelle che non hanno avuto vantaggi dalle misure varate finora o che potrebbero avere difficoltà a ottenere i finanziamenti garantiti dallo Stato – dei contributi a fondo perduto. Gli indennizzi avranno come target quello delle micro e piccole imprese la cui attività è stata danneggiata dal “lockdown”. Si tratta ancora di ipotesi, e occorre attendere il decreto aprile prima che possano essere definite le modalità e le caratteristiche dell’intervento. Ma conosciamo il modello di riferimento, quello francese. Contributi a fondo perduto a micro e piccole imprese Lo scorso 14 aprile Parigi ha ottenuto il via libera della Commissione europea a un Fondo di solidarietà rivolto alle imprese fino a 10 dipendenti con un fatturato annuo non superiore a 1 milione di euro, la cui attività è stata chiusa per decisione dello Stato a seguito della pandemia o il cui fatturato mensile di marzo e/o aprile si è dimezzato rispetto a quello dello stesso periodo del 2019. Come suggerisce il modello francese – che il MISE avrebbe intenzione di applicare, seppur con qualche modifica – non si tratterebbe di contributi a pioggia. La platea sarebbe quella delle imprese da 0 a 9 dipendenti: circa 4,1 milioni, stando ai dati Istat. Ma in base ai parametri su cui si starebbe basando il lavoro del MISE per definire l’entità dei contributi, la forbice potrebbe restringersi introducendo un tetto ulteriore, relativo al reddito imponibile dell’impresa: ricavi annui, situazione di crisi non antecedente al 31 dicembre 2019, perdita di fatturato, eventualmente reddito imponibile.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: