26/09/2020 13:34
Home Cronaca della Campania Fase 2, si ritorna a sparare ai Quartieri Spagnoli, tensione crescente.

 Borrelli. “Sono ritornate le faide di camorra. Bisogna proteggere i cittadini dalla violenza dei camorristi, prima che una pallottola vagante faccia un’latra vittima innocente.”

Durante la fase 2 dell’emergenza sanitaria da coronavirus si è tornato a sparare ai Quartieri Spagnoli e l’intera zona è in fermento.

Nella serata del 5 maggio diversi colpi di arma da fuoco sono stati sparati in via Conte di Mola mentre nella notte tra il 17 ed il 18 maggio c’è stato un agguato ai danni di un 32nne pregiudicato, Domenico Masi.

Ora i Quartieri Spagnoli sono costantemente pattugliati e sorvegliati dai Carabinieri, anche con il supporto di un elicottero, per tenere sotto controllo la tensione criminale che si è venuta a creare.

“Sembra che vi siano in corso faide tra clan ai Quartieri Spagnoli, tensioni che si sono accumulate durante il lockdown ed ora stanno venendo fuori degenerando in atti criminali e sparatorie. Bisogna tenere alta la guardia su questa situazione, i Quartieri non possono tornare ad essere succubi della criminalità e della camorra, non si può permettere che i suoi vicoli tornino ad essere strade da Far West, perché prima o poi potrebbe accadere una tragedia ed una pallottola vagante potrebbe fare un‘altra vittima innocente delle guerre di camorra, questo non dovrà succedere mai più.  Serve la totale repressione della camorra, controlli a tappeto, indagini, arresti e pene durissime, e i boss che sono già in carcere devono restare li, altro che scarcerazioni per emergenza coronavirus, devono restare a marcire in galera a vita, gli abitanti del quartiere e della città vanno salvati dalla violenza dei camorristi.” – ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: