08/08/2020 08:29
Home Cultura Musica STREPITOSO SUCCESSO PER IL NUOVO DISCO DI FRANCESCO MARZIANICHANGING MY LIFE

Ebbi l’onore di conoscerlo tanti anni fa, quando era l’insegnante di pianoforte di mio figlio, e già da allora era dotato di un talento strepitoso alla Duke Ellington. Da allora ne ha fatta di strada e dopo aver ascoltato personalmente il suo ultimo disco credo che maestri come Thelonious Monk e Ornette Coleman ne sarebbero entusiasti. Un personaggio dal carattere tenace. Una persona che quando prende di mira un obbiettivo non lo molla finchè non raggiunge il suo scopo e lo vediamo soprattutto nei suoi studi. 3 lauree all’attivo, di cui due in conservatorio con 110 e lode e una terza in giurisprudenza. Ha inseguito la sua musica fin da ragazzo, come una falena che insegue la luce.

Dopo innumerevoli successi che non citerò ovviamente tutti ma alcuni come il”Premio Massimo Urbani” nel 2008, miglior pianista al “premio Jimmy Wood” 2008, nell’ambito della rassegna musicale Tuscia in jazz, primo classificato in due edizioni del “premio incroci sonori” per gruppi musicali, Premio come miglior solista al concorso “Baronissi Jazz” 2006, Il concerto presso la Reggia di Carditello il nel 2019. In Quella occasione ha suonato  con il  violoncellista Luca Signorini, i concerti in Piazza del Plebiscito a Napoli con l’orchestra di 21 pianoforti e il direttore d’orchestra Mariano Patti. Nell’ ambito della rassegna Marigliano in Jazz del 2008 , poi “Francesco Marziani trio al teatro Lauro Rossi di Macerata con Massimo Moriconi e Massimo Manzi” ed tanti altri ancora, e numerose collaborazioni da side man tra cui: i concerti in quartetto con la cantante Shawnn Monteiro in numerosi jazz festival e club italiani tra il 2008 e il 2014. i concerti in formazioni di quartetto/quintetto con musicisti tra cui: Jesse Davis, Giovanni Amato, John Arnold, Andrea Giuffredi, Flavio Boltro, Walter Ricci, Massimo Moriconi, Massimo Manzi, Aldo Vigorito, Giorgio Rosciglione, Pietro Condorelli. Numerosi i lavori discografici a proprio nome e le collaborazioni discografiche. Il suo ultimo, meraviglioso disco vede la collaborazione di Giulio Martino, Marco De Tilla e Massimo Del Pezzo; comprende Song for Tony, With love from Napoli, In your sweet way, Sometime ago, Autumn drops, Black nile, Intermezzo 2 Op.118, Things e Ain’t what thay used to be. Questi brani sono una perfetta armonia tra musica classica ,jazz tradizionale e  quello più moderno. Un’armonia unica e inconfondibile  che regala emozioni sublimi.

Vi consiglio vivamente di ascoltarlo e soprattutto di comprarlo, perchè è davvero un disco meraviglioso e molte persone sono abituate a scaricare dischi dal pc incentivando la pirateria e negando i diritti all’autore .

A cura di Anna Falco

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: