Home Attualità FASE 2 IN CAMPANIA DELL’ERA COVID-19 LA RIPARTENZA TRA SOLIDARIETA’ E PROMOZIONE...

OFFICINA DELLE IDEE – CONSULTA NAZIONALE PER L’AGRICOLTURA E TURISMO

Lopa e Pratico: L’iniziative come quelle messe in atto in questi giorni di Fase 2, mira, nel suo complesso, ad arginare un’emergenza sociale derivata dalle difficoltà di una fascia della popolazione a reperire risorse e beni di prima necessità a seguito delle misure restrittive statuite per contrastare la diffusione del Coronavirus. Si dice che chi trova, un amico trova un tesoro e fortunatamente in questo periodo, ne abbiamo trovati tantissimi. A parlare è Rosa Praticò Presidente di Officina delle Idee, Vice Presidente Nazionale dell’Associazione “maipiuviolenzainfinita” e responsabile delle donne che fanno impresa di Confesercenti Napoli, Avellino e Benevento. La stalker Rosa Praticò, ribadisce che in questo momento difficile che ci vede tutti livellati dal covid19, deve continuare l azione di sensibilizzazione e grazie a Dio ancora trova una grande disponibilità. Mi piace pensare a chi dal basso, condividendo difficoltà oggettive, ha detto si. Quel si che ti fa dimenticare il dolore che spesso ti sovrasta, quel si che ti scioglie il cuore e ti fa capire che “Insieme Si Può”. Insieme si può non è uno slogan politico, ma un atto concreto per chi ti chiede aiuto. Appello che nella Fase2 vede tra i protagonisti della rinnovata solidarietà e senso di appartenenza alla proprio comunità, di Peppe Napoli, una cascata di bontà per l’ altrui bisognoso, ieri, oggi e domani. Un omone grande, gioioso, sempre sorridente che nella sua semplicità contribuisce ancora oggi, donando in un momento di grande difficoltà, (ovviamente anche per lui). Ai tanti bambini che hanno bisogno di nutrirsi anche e soprattutto di Pesce, il nostro Pesce Azzurro, un alimento importante che è alla base di un’alimentazione sana e proteica, componente della Piramide della famosa Dieta Mediterranea. Con lui anche l’imprenditrice Raffaella Imperati con il caseificio Mir di Agerola, che dona oltre 200 Cacetti Bianchi, un formaggio delicato che diventa un ottimo contributo alla salute e alla tavola di chi è in difficoltà. Uno spuntino che a molti è negato. Molto spesso in questi casi ci sono alimenti che vengono sacrificati per tanti motivi ,quasi sempre di origine economica e quindi pensare di coinvolgere tutti gli imprenditori che possono dare un contributo che non sia solo fatto di pasta e scatolame e importantissimo, ieri oggi come domani. A l’iniziativa non fa mancare il suo contributo Raffaele Piscitelli, che con un pane biologico messo a disposizione dal panificio Mater Natura di De Lucia Teresa – Telese Terme (BN) porta a tanti un alimento di primaria importanza. Un pane biologico che racchiude in esso, un procedimento lungo, al fine di dare il massimo del nutrimento che parte da quel elemento naturale che spesso viene sostituito con materie che non lo sono del tutto. E dopo aver coinvolto amici produttori di generi alimentari, ancora una donazione arriva da Antonio Coppola dell’azienda AEG leader nel settore della comunicazione che per noi ha creato delle visiere. Visiere che abbiamo donato ai tanti operatori che in prima linea affrontano il Covid-19 molto spesso non adeguatamente equipaggiati, una donazione che vale molto, nella nuova fase2, visto la difficoltà a reperire il plexiglass che scarseggia e viene venduto al doppio del suo valore iniziale e quindi oltre a pensare al cibo ci siamo impegnati anche a reperire strumenti importanti come le visiere. Noi non ci siamo fermati e non ci fermeremo, anche perché l’effetto del post covid-19 è solo all’ inizio, continueremo a sollecitare chi può e come ho potuto riscontrare, spesso i grandissimi non sempre sono disponibili, rispetto alle piccole, piccolissime e medie imprese che come spina dorsale di questa Italia, da mesi donano ininterrottamente senza risparmiarsi. Un Italia alla quale devo e vorrei credere, un Italia che in questa epidemia, ha dato segni di grande cedimento ma che spero sia pronta a ripartire non lasciando indietro nessuno. All’emergenza sanitaria si aggiunge quella economica a cui bisognerà far fronte, promuovere ancora iniziative di solidarietà, in questo modo si può andare incontro a tutti coloro che stanno subendo le conseguenze delle misure restrittive messe in atto per limitare la diffusione del contagio del Covid-19. Cosi da aiutare quei cittadini che in questi mesi di emergenza incontrano difficoltà nell’acquisto di generi alimentari: tra loro liberi professionisti, partite iva, lavoratori stagionali e precari, chi attende l’attivazione della Cassa integrazione, e tutti quei lavoratori costretti a casa e che hanno subito una rilevante riduzione del proprio reddito. Sono tante le famiglie campane che a seguito di questi mesi di emergenza riscontrano per la prima volta gravi difficoltà e non riescono ad andare avanti economicamente, come lavoratori autonomi, commercianti, precari, pensionati, inoccupati che si trovano in difficoltà nel pagare le utenze, l’affitto di casa, fare la spesa. L’iniziative come quelle messe in atto in questi giorni di Fase 2, mira, nel suo complesso, ad arginare un’emergenza sociale derivata dalle difficoltà di una fascia della popolazione a reperire risorse e beni di prima necessità a seguito delle misure restrittive statuite per contrastare la diffusione del Coronavirus. Cosi, a margine dell’iniziativa, il Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, Rosario LOPA.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: