23/09/2020 07:48
Home Interviste Naftalina, il nuovo singolo di wLOG che anticipa l’ep

“Naftalina” è il titolo del nuovo singolo di wLOG, in uscita in digitale e in radio a partire da venerdì 22 maggio. In questa canzone, l’artista milanese ha cercato di mantenere il suo suono basandosi su metrica, melodia e completando la base elettronica con chitarra elettrica e basso.

Un brano che anticipa l’estate ma anche i suoni sperimentali, vivaci e futuristici dell’Ep che uscirà a breve. wLOG è un cantautore milanese: la sua musica si muove tra il prog, il punk, l’elettronica, l’indie e il pop. Esordisce come solista nel 2018. Nel marzo 2019 esce il primo album “wLOG”.

Il sound viene definito switch pop: un groove familiare, ma allo stesso tempo lontano da ciò che si è abituati ad ascoltare. wLOG vuole trasportare verso il futuro la purezza della canzone, della melodia, del sentimento e del testo intimo. Un lancio di nuove miscele di suoni fusion tra clubbing, edm, synth e spunti sperimentali.

Gli ultimi due brani sono “Un colpo solo” e “Indiani d’America”.

Nel corso dell’intervista, l’artista ci ha raccontato del singolo, di come ha trascorso questo periodo e dei prossimi progetti. Benvenuti sul portale d’informazione SinapsiNews. wLOG:

come presenteresti a chi ancora non ha avuto modo di ascoltare il tuo progetto musicale?

Ciao! Ascolta wLOG se hai voglia di sentire una cosa che non sappiamo che genere sia. Il 22 maggio è uscito il tuo nuovo singolo dal titolo “Naftalina”. Sei ritornato sulle scene con un pezzo nuovo.

Cosa hai voluto raccontare in questo brano? Un brano nato, come spesso accade, in pochi attimi. Racconta di quel momenti nel quale si predilige la passione fisica e il voler consumare un momento senza particolare riflessione. Spesso però si rischia di essere trappolati e strumentalizzati.

Ci racconti un aneddoto che ha contraddistinto la produzione di questo singolo?

Quello che posso dire che la produzione è stata fatta, come per altri due brani che saranno nell’EP, per fare uscire la canzone nella sua spontaneità. Posso dirvi che la sera che l’ho scritta avevo rivisto Luna di Fiele di Polanski.

Il brano anticipa il nuovo ep. Che tipo di ep sarà?

Qual è il filo conduttore dell’intero progetto?

Sarà un Ep poliedrico e peculiare. Quattro brani inediti. Un brano underground piu’ dark. Un indie dance spensierato. Due ballad intime.

Il filo conduttore sarà un qualcosa che apparirà chiaro nel titolo stesso. Una mia persole vision di una reazione sociale , ma anche intima, a questo periodo .

Diciamo che credo si potrà sviluppare una certa insensibilità.

Come stai trascorrendo questo periodo di stop ai live? Quanto influirà questa situazione sulle tue prossime uscite discografiche?

Ma dispiace perchè ci stavo prendendo gusto. Ho delle idee. Speriamo di realizzarle.

Vado avanti senza condizionamenti. In che modo hai intrattenuto i tuoi ascoltatori durante lo stop ai live?

Ho pubblicato spezzoni di canzoni inedite che mai produrro’. Scrivendo tutti i giorni mi sono detto. Perché no?

Molti hanno detto, ma sei matto? Perche?

Perché tanto se no finirebbero chissà dove. Tanto vale farle sentire. Lo rifarò….

Hai già pensato ad un modo alternativo di esprimere il tuo ego artistico in vista dell’arrivo della bella stagione?

Ci sono gli streaming. Per me va bene. Io ci sono! Stai pensando di promuovere qualche live quest’estate, nel rispetto delle direttive nazionali? Si abbiamo delle idee. Spero di riuscire a realizzarle.

Prossimi progetti?

Uscita dell’EP e certamente un album dopo estate. Sarà una cosa diversa. Storie. Un album romanzesco.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: