25/10/2020 18:10
Home Cronaca della Campania Giovane incensurato picchiato e gambizzato da sconosciuti a Sant’Antimo

Giovane incensurato picchiato e gambizzato da sconosciuti a Sant’Antimo subisce l’amputazione delle gambe. Parte la campagna: “chi sa, parli”. Borrelli e Simioli: “non ci fermeremo finchè non il ragazzo non avrà giustizia”.
Le condizioni di Gaetano Barbuto Ferraiuolo, il 21enne di Sant’Antimo colpito con sei colpi di arma da fuoco alle gambe alcuni giorni fa a Sant’Antimo sono ancora molto gravi. Al giovane, infatti, è stato necessario amputare entrambe le gambe e non è ancora uscito dalla rianimazione. Dopo l’appello del padre Lorenzo Barbuto Ferraiuolo e la madre Francesca Marotta per chiedere ai testimoni di far sapere anche in forma anonima alle forze dell’ordine notizie su coloro che hanno rovinato la vita del ragazzo privandolo dell’uso degli arti inferiori e mettendo a rischio la sua vita il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e il conduttore della radiazza Gianni Simioli hanno lanciato la campagna “chi sa, parli” invogliando i cittadini a fornire notizie alle forze dell’ordine per individuare i colpevoli.
“Gaetano potrebbe essere il figlio di ogni napoletano. Non ci fermeremo finchè il ragazzo non avrà giustizia e sarà abbattuto il muro di omertà. Noi chiediamo di rompere il muro dell’omertà e garantire alla giustizia queste belve.” ha spiegato il consigliere Borrelli a cui ha chiesto sostegno la famiglia della vittima e che anche stamane è stato in visita al Vecchio Pellegrini dai parenti e amici disperati per quello che sta succedendo.
La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: