24/11/2020 04:02
Home Comuni San Giorgio a Cremano San Giorgio a Cremano-Zinno: TUTTE LE NOVITÀ DEL DECRETO. DEL 24 OTTOBRE...

DPCM DEL 24 OTTOBRE 2020, SI ATTENDE L’UFFICIALIZZAZIONE DEL DOCUMENTO RELATIVO GLI INDENNIZZI
Zinno: Cari concittadini, in queste ore è stato firmato il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Nel documento sono illustrate le misure restrittive che entreranno in vigore a partire da domani, lunedì 26 ottobre 2020, fino al 24 novembre 2020.
Prima di passare in rassegna tutte le novità previste, faccio ancora una volta appello al senso di responsabilità, che deve sempre essere il primo criterio su cui ponderare le nostre azioni in un periodo tanto delicato.
Resta ovviamente in vigore l’obbligo di indossare sempre la mascherina all’aperto e in tutti i luoghi pubblici chiusi. Gli effetti del DPCM, salvo nuove disposizioni, sono tuttora compatibili con il coprifuoco previsto in tutta la Regione Campania dalle 23 alle 5 del giorno successivo.
Il momento di difficoltà richiederà sacrifici da parte di tutti, andando a gravare in particolar modo sul nostro tessuto commerciale. Già in settimana, come molti altri sindaci, mi ero speso in prima persona per chiedere aiuti economici concreti le categorie maggiormente penalizzate.
A tal proposito il Governo ha annunciato indennizzi per le categorie maggiormente penalizzate da questo DPCM, tra cui ristoratori, lavoratori e titolari dei centri sportivi, operatori dello spettacolo.
I ristori verranno accreditati direttamente sul conto corrente dei diretti interessati tramite bonifico bancario dell’Agenzia delle Entrate che – secondo quanto annunciato dal Presidente Conte – dovrebbero essere pubblicati in Gazzetta Ufficiale martedì per arrivare entro novembre.
Si tratta di misure aggiuntive a quelle già previste e non sostitutive. Previsti anche nuovi contributi a fondo perduto, oltre a un credito d’imposta per gli affitti commerciali per i mesi di ottobre e novembre. Cancellata invece la seconda rata Imu dovuta entro il 16 dicembre. Attendiamo però il provvedimento per comprendere se si tratta, come sembra, di un intervento che possa aiutare realmente chi è in difficoltà.
Le scuole superiori continueranno a operare con la didattica a distanza, opportunamente implementata. Per medie, elementari e materne sarà invece dirimente la scelta di ciascuna regione. In attesa di nuovi provvedimenti, fatta eccezione per gli asili, in Campania non è ancora previsto il ritorno in classe degli alunni.
Di seguito tutte le novità previste nel documento nazionale.
⚠️ RACCOMANDATO DI RIMANERE NEL COMUNE DI RESIDENZA: È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non presenti nel Comune;
🔢 CARTELLI NEI LOCALI CON NUMERO MASSIMO DI POSTI DISPONIBILI: È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo;
🎢 PARCHI: Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento;
🥎 EVENTI SPORTIVI: Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale dal CONI, nei settori professionistici e dilettantistici. Restano consentiti gli eventi e le competizioni sportive, nonché le sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico;
🏊‍♀️ PALESTRE/PISCINE: Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
🏃‍♀️ ATTIVITÀ MOTORIA: L’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, all’aperto, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento;
🎰 SALE GIOCO: Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò;
🎪 SPETTACOLI: Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto;
💃🏻 BALLO: Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso;
🎉 FESTE: Sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose;
🏠 ABITAZIONI PRIVATE: Con riguardo alle abitazioni private, è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza;
🎤 CONVEGNI/FIERE: Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza;
🍽 RISTORANTI/BAR:
A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00;
👨‍👩‍👧‍👧 il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi
🥤 dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico;
🍕 resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze;
(Si ricorda che fino a stasera vale l’ordinanza regionale e comunque si attende una nuova specifica per gli eventuali orari più restrittivi)
🏛 PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI: Le pubbliche amministrazione dispongono una differenziazione dell’orario di ingresso del personale. È raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati. È fortemente raccomandato l’utilizzo della modalità di lavoro agile da parte dei datori di lavoro privati. Su entrambi i punti già da tempo abbiamo riorganizzato la macchina amministrativa e continueremo a farlo seguendo le nuove direttive
La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: