Home Cultura Cinema e Tv ASPETTANDO SANREMO su Odeon

E’ tutto pronto per dare il via ad Aspettando Sanremo, il nuovo programma musicale di Odeon Tv condotto da Paciullo con il giornalista Carlo Senes e il Maestro Fabio Orfanelli. Nel corso della serata, prevista per lunedì 1° marzo 2021, i tre conduttori guideranno infatti i telespettatori in un viaggio alla riscoperta di ciò che è per noi, ormai da 71 anni, il Festival della Canzone Italiana, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Questo spazio darà inoltre la possibilità ad alcuni giovani cantanti di esibirsi in televisione, al fine di far scoprire ad una platea più ampia la loro bravura. Uno show dentro lo show che potrebbe diventare, qualora i risultati del numero zero siano soddisfacenti, un appuntamento irrinunciabile nel palinsesto della rete che lo ospita.

In che cosa consiste quindi Aspettando Sanremo? Proprio come il sottotitolo del programma suggerisce sarà un vero e proprio “contest della canzone italiana”. L’esibizione di ciascun cantante, rigorosamente live e vertente su un suo inedito o un brano che ha fatto la storia del Festival, verrà infatti intervallata dal racconto di Carlo Senes su ciò che è accaduto, nel corso degli anni, nella città dei Fiori. Da Grazie dei Fior di Nilla Pizzi e Perdere L’Amore di Massimo Ranieri, fino ad arrivare ai successi più recenti, il giornalista e conduttore racconterà aneddoti e curiosità sulle varie annate di Sanremo, per garantire il giusto preludio alla nuova edizione della kermesse, in programma su Rai 1 dal 2 al 6 marzo 2021.

L’evento verrà seguito anche da diverse radio, che hanno avviato una partnership con Odeon Tv per garantire la massima fruizione, anche sul web, allo spettacolo. Ad impreziosire tutto quanto ci penserà poi la conduzione frizzante ed energica di Paciullo che, oltre ad avvalersi della presenza di tanti ospiti, verrà accompagnato dal Maestro Orfanelli, che gli farà da spalla in diversi sketch e momenti goliardici e curerà tutta la parte musicale del progetto.

Tuttavia, occorre precisare che i cantanti, selezionati tramite dei casting, non dovranno affrontare una gara vera e propria, ragion per cui non ci sarà nessun vincitore. Aspettando Sanremo non è infatti una competizione, bensì una chance di esibirsi in televisione e far conoscere a più persone possibili la loro arte. Nonostante ciò, gli artisti che si cimenteranno in cover o inediti avranno dei feedback dati da un pubblico composto da 10 esperti del settore musicale e del mondo dello spettacolo. A questi verrà infatti data una paletta con due facce, una di colore rosso e l’altra di colore verde, per esprimere la sensazione che hanno avuto nel termine di una performance. Nel primo caso, ossia del rosso, la “valutazione” sarà negativa, mentre col colore verde il giudizio sarà positivo. Per curare la regia di Aspettando Sanremo è stato scelto Luciano Morelli.

 

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi