Home Cronaca della Campania Aggressione all’ambulanza a Pianura per una precedenza stradale. Equipaggio barricato all’interno.

 Borrelli: “poteva scapparci il morto. I violenti e i criminali si sentono liberi di fare quello che gli pare”.
“È successo pochi minuti fa alla postazione 118 di tipo INDIA di Pietravalle. Il motivo? Ritardo nei soccorsi? Ospedale di destinazione non gradito? Assolutamente no! A quanto pare alla base di tale evento ci sono motivi di viabilità stradale, il tipico “passi tu o passo io”. E’ la denuncia della pagina fb Nessuno Tocchi Ippocrate.
“Lo scenario di questa triste vicenda è il quartiere di Pianura nella periferia occidentale di Napoli in via Luigi Santamaria. L’ambulanza diretta in ospedale , codice giallo, si è incrociata in una strada stretta con un altra vettura, il conducente di quest’ultima pretendeva la precedenza sul mezzo di soccorso in quanto “aveva fretta”.
Subito gli animi si sono scaldati e l’energumeno si è avvicinato con fare minaccioso all’ambulanza inveendo dapprima verbalmente e successivamente sferrando pugni e calci al mezzo di soccorso, il tutto CON PAZIENTE A BORDO!
L’equipaggio ha evitato il peggio chiudendo le sicure barricandosi all’interno, salvaguardando soprattutto l’incolumità del povero paziente inconsapevole di tutto quello che stava succedendo . Purtroppo la paura e i danni alla carrozzeria sono stati ingenti.
In questi minuti l’equipaggio sta verificando le condizioni del mezzo per renderlo al più presto “operativo “ di nuovo!”
“Solidarietà all’equipaggio e al paziente. Poteva scapparci il morto. I violenti e i criminali stanno prendendo il sopravvento ovunque e si sentono liberi di fare quello che gli pare. Serve la tolleranza zero” dichiara il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.
La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi