Home Politica PASQUALE AIESE È IL CANDIDATO SINDACO PER IL TERZO POLO A NAPOLI

A Napoli, la coalizione che si è costituita sotto al simbolo Terzo Polo, giovedì 22 Luglio, alle ore 11.00 presenterà presso lo Strarhotel Terminus Napoli (Piazza Garibaldi) il dottor Pasquale Aiese candidato sindaco alle prossime amministrative.Pasquale Aiese è nato a Napoli, 59 anni  laurea in Scienze Biologiche e in Medicina e Chirurgia, una specializzazione in Epidemiologia e Sanità Pubblica; ha lavorato per circa 30 anni anche presso le ASL Napoletane dove ha rivestito molti ruoli, dalla Medicina Generale alle Tossicodipendenze, dalla Farmacovigilanza alla Medicina del Lavoro, dall’Igiene Pubblica e Ospedaliera all’Epidemiologia.

La storia recente lo ha visto Responsabile Epidemiologo di un’Unità Covid dal marzo 2020 fino ad ottobre, dopodiché ha lasciato l’ASL (non avrebbe mai autorizzato l’esecuzione di un tampone su bambini). In quel periodo ha coordinato circa 40 medici di famiglia gestendo i pazienti a domicilio e lì, nella Terra dei fuochi, si sono verificati zero decessi.

La sua formazione medica si è arricchita con un diploma triennale di medicina omeopatica,  un diploma  in Medicina Tradizionale Cinese, diploma di Kundalini yoga e satnamrasayan.

Da biologo ha poi approfondito gli studi sulle Leggi Biologiche, la Fisiologia Adattativa secondo un modello etologico e comportamentale, associando a questo Le Costellazioni Familiari e Spirituali di Bert Hellinger.

E’ giunto oggi alla creazione e formulazione di un modello che studia  la vita, Le Scienze Biosistemiche®, e che fa del sintomo un’opportunità di cambiamento in uno spazio di relazione demedicalizzata.

Fa formazione e informazione in giro per l’Italia e gestisce le richieste di aiuto in ambito medico integrando alla sua parte di conoscenze accademiche anche questo livello legato al diritto biologico.

In questi mesi ha collaborato con i vari avvocati impegnati per i diritti violati da un governo non eletto dal Popolo Italiano, con relazioni sulla nocività e inutilità delle mascherine, dei lockdown, dei TNF fino alla revisione critica dei lavori pubblicati dalle case farmaceutiche a favore dei programmi definiti poi impropriamente vaccinali per il Sars Cov2.

I suoi maestri (non solo universitari) insegnavano quanto proponeva la storica definizione dell’OMS (la defunta) ovvero che “la  salute non è semplicemente assenza di malattia ma un completo benessere psichico,  fisico e sociale”.

La decisione di mettersi in gioco, nasce dall’evidente, abissale distacco della politica dalle reali esigenze dei cittadini.

Ufficio Stampa e Comunicazione

nnmagazinetvchannel@gmail.com

#3312631070  (Sergio Angrisano)

#329 198 2998 (Ciro Silvestri)

 

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi