Home Comuni San Giorgio a Cremano LA SPECIALE STAFFETTA SUI DIRITTI FA TAPPA A SAN GIOVANNI A TEDUCCIO...

Oggi  8 ottobre il QUINTO TOUR/STAFFETTA SUI DIRITTI “LUIGI BELLOCCHIO” fa tappa al Liceo Statale Don Lorenzo Milani di San Giovanni a Teduccio per costruire nuove reti di accoglienza e di interazione, nuove forme di amicizia sociale, nuove città e scuole amiche, per imparare a declinare con le lettere simbolo del testimone, i verbi della convivenza e per dimostrare che la PACE è un valore universale di AMORE, VERITÀ, LIBERTÀ, E GIUSTIZIA Il tour/staffetta sui diritti ideato dal Laboratorio Regionale Città dei bambini e delle bambine di San Giorgio a Cremano e promosso insieme al Comitato Regionale della Campania per l’UNICEF, ha lo scopo di coinvolgere le istituzioni e gli allievi delle scuole di ogni ordine e grado in un’ampia discussione sulla Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza che quest’anno, il 20 novembre 2021, compirà trentadue anni. Ogni comune nella staffetta lavorerà, nel modo più opportuno e funzionale, per sensibilizzare i ragazzi delle scuole del territorio sui diritti sanciti dalla Convenzione e sulla Pace, organizzando la propria tappa secondo il calendario stabilito. Ospite d’onore dell’evento della seconda tappa il Comandante del Comando Forze Operative Sud, Gen. C. A. GIUSEPPENICOLA TOTA che piantumerà con l’influencer GIULIA FERRARELLI, testimonia della staffetta, un piccolo albero di ulivo per aiutare i ragazzi a riscoprire il significato di prendersi cura, mettere radici, saper aspettare, contribuire al futuro della Terra, costruire l’armonia e l’unione tra i popoli, per riprenderci presto dalla pandemia che ha sconvolto soprattutto la vita delle giovani generazioni. Con la testimonianza della neopresidente del Comitato UNICEF Campania, Emilia Narciso, il passaggio del testimone avverrà tra Adele Pirone, Dirigente Scolastico del Liceo Statale don Lorenzo Milani di San Giovanni a Teduccio e Vincenzo Fiengo, Sindaco del Comune di Cercola, che sarà la città protagonista della terza tappa. L’edizione di quest’anno, che vede impegnati ben 23 comuni, – afferma Francesco Langella il coordinatore del Laboratorio Regionale Città dei bambini e delle bambine – si è incentrata soprattutto sull’impegno di coloro che ricoprono degli incarichi pubblici, con la convinzione precisa che ciascuno partecipi con un rinnovata responsabilità, da praticare subito, il giorno dopo, in favore della pace, della nonviolenza, della promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza , cogliendo la vera essenza del messaggio del tour/staffetta che vuole essere vero cambiamento, transizione, speranza in una pianificazione che tenga conto delle scelte e decisioni dei più deboli che sono i bambini e bambine delle città. Il tour 2021 si intitola: “LE STRADE DEL GIOCO”. Il viaggio della V EDIZIONE DELLA STAFFETTA SUI DIRITTI 2021 sarà percorso per intessere relazioni proficue e costruttive e per comporre un intreccio di diritti. Ebbene il simbolo scelto per la V edizione è il: BASOLATO DEI DIRITTI: PAVIMENTIAMO LE STRADE PER TRACCIARE I DIRITTI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI Punti cardini per ogni tappa sono: • l’appuntamento obbligatoriamente in un giorno feriale, non per guadagnare un giorno di vacanza, ma per rompere lo stereotipo adulto del lavoro separato dal gioco, dal rapporto con gli altri; • una o più strade significative della città saranno chiuse al traffico per diventare luogo di gioco e tutti sono invitati a giocare; il fermo del traffico, avverrà nei luoghi di più facile accesso all’aria aperta che possono garantire il diritto allo svago; • le scuole del territorio saranno coinvolte per partecipare con proprie delegazioni, rispettose delle norme vigenti anticovid e con un proprio programma di attività concordato con l’amministrazione locale; • i ragazzi delle scuole della tappa prepareranno alcuni tasselli del BASOLATO DEI DIRITTI che verranno sistemati sulla strada pedonalizzata come un’opera d’arte, che traccia i “sentieri dei diritti”, composti da un mosaico di grandi mattonelle quadrate che verrà poi consegnato agli ospiti della delegazione della tappa successiva. Le giornate delle tappe saranno anche occasioni per ravvivare e trasformare gli spazi urbani. Le strade ed i posti auto dell’area scelta verranno convertiti in spazi per giochi e attività per il tempo libero, favorendo la costruzione della comunità.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi