Home Attualità PEDOFILIA; ADINOLFI: “PEDERASTIA NELLA CHIESA? DATI DEL RAPPORTO SAUVE’ SONO VECCHI E...

ROMA, 12 OTT 2021 – “I casi di pedofilia, che io chiamo pederastia, all’interno degli ambienti ecclesiastici sono drasticamente diminuiti. Sono dati del passato emersi da degli studi che andrebbero verificati perché non è tutto oro colato. Sono dati non empirici”. Così Mario Adinolfi, leader del Popolo della Famiglia, ai microfoni di Radio Roma ha messo in discussione il rapporto Sauvé che nei giorni scorsi aveva denunciato il problema della pedofilia nella Chiesa francese con 216 mila casi di violenza su minore perpetuati dal 1950 ad oggi. Ospite del programma “Diverso” Adinolfi ha polemizzato con Don Giulio Mignani, il parroco di Bonassola (La Spezia) che nei mesi scorsi aveva preso posizione contro la Congregazione per la dottrina della fede che vieta la benedizione delle unioni di coppie omosessuali: “L’ho già detto e lo ribadisco – ha spiegato Mario Adinolfi -: nella Chiesa cattolica esiste un problema serio che è la pederastia e per evitare questa situazione, bisogna impedire l’accesso ai seminari e l’ordinazione sacerdotale a persone che hanno tendenze omosessuali ma è innegabile che i dati del rapporto fotografano una realtà che appartiene al passato e sono stati scritti per destare scalpore».  Dura la replica di don Giulio Mignani: “Secondo me questi dati vanno presi sul serio, anche perché chi ha realizzato tali studi è qualificato. Parliamo di psicologi, giuristi, operatori pastorali e molto altro”.
La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi