Home Cronaca della Campania Parcheggiatori abusivi, gip convalida fermi per estorsione a Ponticelli

Borrelli (Europa Verde): “Indagini procura dimostrano che sono organici ai clan. Un quarto degli incassi illegali ( dai 600 ai 1800 euro settimanali ad ogni abusivo) vanno al boss di zona, una cifra che varia dai 150 ai 450 euro settimanali a seconda dei quartieri.”

“Tutte le indagini della DDA e della Procura dimostrano il forte legame che esiste tra i clan e i parcheggiatori abusivi. Dall’ultima inchiesta relativa ai clan di Ponticelli emerge la conferma che le ‘postazioni’ sono assegnate dietro pagamento di un compenso settimanale, se non utilizzati come vedette per luoghi sensibili. A Ponticelli la tariffa era di 150 euro settimanali che ogni parcheggiatore deve riconoscere al clan. A Napoli la camorra esige il 25% degli introiti che vanno dai 150 euro dei quartieri periferici fino ai 450 euro per quelli più centrali. Mediamente gli abusivi guadagnano illegalmente dai 600 ai 1800 euro settimanali a testa. Al netto degli incassi per i grandi eventi e per le partite del Napoli calcio e di quelli legati ai giorni e alle aree della movida. Se moltiplichiamo queste cifre per il numero esorbitante di parcheggiatori presenti a Napoli a provincia, ci si rende conto dello straordinario volume d’affari per un business che presenta meno problemi dello spaccio e delle estorsioni. E’ evidente la necessità di stroncare questo flusso di denaro fresco nelle casse dei malavitosi non solo con l’attività repressiva ma con la presa di coscienza collettiva che i soldi dati ai parcheggiatori finiscono dritti nelle mani di chi insanguina la città”. Questo il commento del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

La Redazione- Riceviamo e Pubblichiamo

Rispondi